La Libertà


Freedom

Rivelato al Messaggero di Dio
Marshall Vian Summers
Il giorno 6 Giugno1987
In Dallas, Texas

Informazioni riguardo a questo testo


Quello che state leggendo in questo testo è la trascrizione della voce originale della Assemblea Angelica così come ha parlato tramite il Messaggero Marshall Vian Summers.

Qua, la comunicazione originale di Dio, che esiste al di là delle parole, è tradotta nel linguaggio e nella comprensione umana dall’Assemblea Angelica che veglia sul mondo. Poi l’Assemblea consegna il Messaggio di Dio tramite il Messaggero, dopo di che, la comunicazione è trascritta e resa disponibile a voi e a tutto il mondo.

In questo notevole processo, la Voce della Rivelazione sta parlando di nuovo. La Parola e il suono della Voce sono nel mondo. Possiate voi essere i destinatari di questo dono di Rivelazione e possiate essere aperti a ricevere il suo Messaggio unico per voi e per la vostra vita.


Commenta questa Rivelazione nel Worldwide Community Site (registrazione gratuita)

Freedom


Nota per il Lettore:
Questa traduzione è stata fornita a The Society da uno studente del Nuovo Messaggio che si è offerto volontario per tradurre il testo originale in Inglese. Noi rendiamo questa traduzione disponibile al mondo in questa forma iniziale affinché le persone abbiano la possibilità di interagire con una porzione del Nuovo Messaggio nella propria lingua.


Desideriamo parlare della libertà, un argomento molto importante e che è oggetto di grande attenzione, in alcune società in particolare. Ma ora dobbiamo parlare di libertà in un contesto più ampio e dare alcune idee che stimoleranno la vostra riflessione. Forse esse metteranno in discussione alcune idee profondamente radicate e confermeranno anche alcune inclinazioni più profonde.

C’è molta isteria riguardo alla libertà, alla libertà personale, soprattutto in questo Paese. Qui la libertà viene presa molto sul serio. In effetti, la libertà è un aspetto molto importante della vostra ricerca nella vita. È molto confuso, però, perché presenta alcune difficoltà, alcune ovvie e altre che forse non sono mai state prese in considerazione.

Coloro che hanno raggiunto la Saggezza in questo mondo, e anche in altri mondi, che hanno scoperto il dono della Conoscenza e lo hanno coltivato con tutta la loro volontà, sono giunti a certe realizzazioni di base che sono comuni ovunque, indipendentemente dalla cultura, dall’ambiente, dalla religione, dalla lingua e così via. Una delle cose che hanno scoperto in modo uniforme è che maggiore è La Conoscenza, maggiore è il potere e minore è la libertà personale. Lo ripeto: maggiore è La Conoscenza, maggiore è il potere e minore è la libertà personale.

Naturalmente, qui le persone vogliono entrambe le cose. Vogliono un potere maggiore. Vogliono coltivare la loro Conoscenza per avere più certezza e direzione nella vita. E vogliono più libertà personale. Eppure i Saggi hanno scoperto che quando i veri passi verso il recupero della Conoscenza sono in corso, il desiderio di una maggiore libertà personale in qualche modo ne risente o è ostacolato.

Un’altra cosa che i Saggi hanno scoperto è che la libertà e lo scopo possono escludersi a vicenda, in base alle definizioni comuni delle persone. Di nuovo, le persone vogliono uno scopo perché offre una direzione, la promessa di un futuro significativo e impegni attuali significativi. Vogliono anche una maggiore libertà personale. Eppure, quando viene data loro l’opportunità di intraprendere la scoperta dello scopo in una forma riconoscibile, hanno paura di ciò a cui potrebbero dover rinunciare per perseguirlo. Così, la questione della libertà diventa motivo di conflitto.

La libertà è spesso considerata la capacità di agire e partecipare in qualsiasi modo si voglia, senza ostacoli o impedimenti da parte degli altri. Naturalmente, i Maestri Interiori sono considerati molto pericolosi in questo caso perché sembra sempre che vi diranno tutte le cose che non potete avere. Per quanto desideriate il contatto perché è significativo, c’è il timore di perdere la libertà; c’è il timore che in qualche modo vi venga detto cosa fare e che non siate in grado di prendere tutte le decisioni da soli.

La gente non vuole veramente prendere molte decisioni importanti, ma non accetta che qualcun altro le prenda, quindi il tutto diventa molto confuso. Si chiede ai Maestri di fornire tutto ciò che ha valore, senza chiedere nulla in cambio. La gente vuole una gratificazione immediata, uno scopo immediato, una conoscenza immediata, eppure non vuole concedere nulla.

Quindi, esploriamo un po’ questo aspetto, perché non c’è davvero alcuna contraddizione tra scopo e libertà se si vedono le cose correttamente. Cos’è la libertà se non la capacità di recuperare la vostra Conoscenza, che è il vostro destino e la vostra eredità? Proprio a questo serve la libertà.

Senza Conoscenza siete asserviti ai vostri pensieri, e siete asserviti alle forze di questo mondo. La vostra libertà personale è inutile e dolorosa qui. Che cosa vi ha dato? La prova e l’errore sono un pessimo strumento di apprendimento. È molto lento e difficile ed è necessario solo fino a un certo punto.

La tua libertà ora è la libertà di ricercare La Conoscenza, che offre l’unica libertà esistente, perché ti rammenta la tua Famiglia Spirituale. Ti rammenta il tuo impegno per il quale sei venuto nel mondo. Ti rammenta il tuo destino, e tu cominci a vedere la tua vita come una continuità, non solo concettuale, ma davvero continua. All’improvviso il mondo che era così difficile e intimidatorio non ha più tanto peso. Ora non è più così terrificante.

A questo punto ti rendi conto che sei solo libero di partecipare alla vita. Che cos’è la libertà individuale se non porta alla piena partecipazione a ciò che è veramente la vita? In questo paese le persone sono molto desiderose della loro libertà personale, eppure cosa ha dato loro se non un maggiore isolamento e frustrazione? Hanno perso l’unità delle antiche culture tribali in cui veniva dato loro uno scopo, per necessità. Ora, a nessuno importa chi sei o cosa fai e sei libero, fino a un certo punto.

Eppure, la vostra rimarchevole società è così importante perché vi dà la più grande opportunità di scoprire la vostra Conoscenza e di esprimerla con un minimo di impedimenti. È un risultato senza precedenti che voi abbiate questa grande libertà, ma quante persone possono usarla correttamente e riceverne il grande beneficio?

La vostra unica vera libertà è la libertà di vivere il vostro scopo. La libertà senza scopo è il caos. È vivere senza uno scopo senza direzione, con solo le vostre paure per la sopravvivenza, i vostri desideri e i vostri desideri a motivarvi. È una situazione davvero disperata. E così, le persone cercano la schiavitù. Quante persone qui hanno cercato la schiavitù nelle relazioni personali? “Preferirei essere in una relazione dolorosa e senza futuro che essere di nuovo libero, perché la mia libertà è un fardello più terribile”.

La libertà personale, se è troppo ambita, impedisce alle persone di potersi donare. Infatti, si pensa che se ci si dona a qualcosa, si perde qualcosa di enorme valore. “Non donare te stesso a qualcosa completamente! Non lasciare che qualcosa ti consumi! Salvati! Eppure, le uniche persone che raggiungono l’armonia e il potenziamento sono quelle che si donano completamente, con niente dietro di sé da preservare per se stessi. Ma la libertà personale dice: “No, non farti ingannare. Non ti dare via. Non rinunciare al tuo potere personale. Devi essere responsabile di tutto nella tua vita”. Questo diventa il motivo per non essere completamente in relazione. Così, nel matrimonio provate a stare insieme, ma non completamente. Cercate di dare, ma solo fino a un certo punto. Volete proteggere i vostri interessi privati, eppure sono dolorosi per voi perché non riuscite a impegnarvi completamente con l’altra persona.

Vedete, la vostra libertà è quella di scoprire La Conoscenza. È per questo che siete venuti al mondo. Siete venuti da un luogo più facile a un luogo più difficile per conseguire qualcosa. Se foste stati mandati in un luogo che si trovava in un mare di guai, non ci sareste andati per una vacanza. Ci sareste andati per lavorare. Se un incendio boschivo infuriasse a nord della città, non ci andreste con un camper e un costume da bagno. Ci andreste con una pala per fare qualcosa. E se ci foste andati e non aveste saputo cosa fare, avreste subito una grande perdita. “Io sono qui. Ce l’ho fatta. Ma non so cosa fare”. Non esiste conforto che si possa dare a se stessi in grado di placare il bisogno di contribuire.

La conoscenza risolve il problema della libertà in modo naturale, perché ti coinvolge completamente nella vita e ti dà la libertà di farlo. È la libertà di abbandonarsi completamente alla vita che è la vera libertà, perché la vita è l’unica cosa che è libera. Solo voi non potete essere liberi, perché passerete la vita a combattere le relazioni e a desiderarle allo stesso tempo. Le respingerete, le richiamerete e le allontanerete, e passerete da una persona all’altra disperatamente.

Le relazioni personali sono molto ambite perché si crede che daranno una maggiore libertà personale. “Sarò felice se avrò qualcuno con cui condividere la mia libertà personale”. Ma è molto difficile condividere la libertà personale perché l’altra persona vuole sempre portarne via una parte, e bisogna scendere a compromessi per avere una relazione. Se sei sposato, non puoi essere libero di uscire e di avere una relazione con chi vuoi. Questa libertà viene sacrificata. Eppure, se non sei sposato, potresti desiderare di essere in comunione con qualcuno in modo significativo.

Quindi, quando i Saggi dicono: “Più grande è il potere, minore è la libertà”, questo è un aspetto di questa intuizione. L’altro aspetto è che quando ci si impegna con La Conoscenza, anche quando ci si avvicina ad essa, si perde interesse per la maggior parte delle cose che non sono collegate ad essa. Non vorrete correre così tanto. Sarete sempre più attratti verso l’interno, come se una grande attrazione vi attirasse verso il centro di voi stessi. Ora non avrete più bisogno di così tanti stimoli. In effetti, comincerete ad apprezzare sempre di più la quiete e la tranquillità e a dare sempre meno importanza al rumore e al disturbo. Sarete meno preoccupati per le vostre ambizioni di un tempo e più preoccupati per le cose che vi stanno più a cuore. Ai vostri amici sembrerete meno liberi. “Andiamo a ballare!” E tu dici: “Non posso. Non mi sento a mio agio”. E loro ti guardano e ti dicono: “Che ti succede? Prima andavi sempre a ballare e ora sei uno sfigato! Non sei più divertente!” Questo è naturale. Le persone nella vita che sono significativamente impegnate non si impantanano nelle loro distrazioni personali. Non hanno tempo. Sono troppo necessarie. Per questo i Saggi dicono: “Più grande è il potere, minore è la libertà”.

Non vorrete né potrete perseguire tutto a piacimento o d’impulso. Vivrete una vita molto più uniforme e, per certi versi, isolata. Il vostro discernimento nella relazione crescerà enormemente perché il criterio per una relazione sarà se essa incoraggia o meno La Conoscenza. Altre attrazioni cominciano ad essere riconosciute come molto temporanee e pericolose se perseguite con tutto il cuore. Anche questo è naturale.

L’uomo e la donna della Conoscenza non hanno mai bisogno di preoccuparsi di avere un rapporto, perché la gente vorrà stare sempre con loro. Il loro problema è il discernimento perché una persona di Conoscenza va da qualche parte, circondata da persone che stanno lì e aspettano. Chiunque sia veramente in movimento attirerà gli altri. Ecco perché i Saggi sono spesso isolati nella vita, perché se escono in pubblico, tutti fanno un gran casino, non perché sono particolarmente brillanti o belli, ma semplicemente perché la loro vita è totalmente impegnata, ed è questo impegno che porta una reazione così forte.

Pertanto, nella ricerca della Conoscenza darete valore alla libertà per perseguire La Conoscenza. Qui ringrazierete i vostri genitori, ringrazierete la vostra società e ringrazierete le vostre dolorose esperienze del passato per avervi portato ad apprezzare questa libertà e per avervi mostrato che le altre libertà non portano da nessuna parte. Sono vuote.

Ad un certo punto, forse, accoglierete i vostri Maestri Interiori perché avete bisogno della loro assistenza, e non vi preoccuperete di ciò che perderete. Siete interessati a ciò che dovete ricevere. Le persone che hanno paura di perdere hanno paura di ricevere. Il costo è sempre troppo alto per loro. Se volete essere pienamente impegnati nella vita individualmente e come società, vi costerà tutto ciò che avete. La vostra vita finirà completamente esaurita come un grande recipiente che è stato svuotato. È quell’utilizzo completo che vi appagherà in questo mondo e renderà inutile il vostro ritorno. Avete dato tutto ciò che avete portato con voi. Siete completamente consumati. Non siete devastati o esausti. Siete soddisfatti.

Quindi non preoccupatevi del costo. Il costo è tutto ciò che vedete per tutto ciò che non potete vedere, e ciò che vedete è una porzione così piccola della vita e ciò che non potete vedere è così grande. Non potete vedere da dove venite o dove andate. Non potete vedere i vostri Maestri. Non potete vedere, se non in rare circostanze, la vostra Famiglia spirituale. Siete scesi nel mondo visibile per ottenere qualcosa e per imparare a discernere ciò che ha valore e ciò che non ha valore, ciò che ha un significato permanente e ciò che è solo uno stimolo temporaneo.

Quando si dà valore al permanente, allora si può godere del temporaneo perché non è più un vincolo o una maledizione. È un piacere temporaneo. Mangi un biscotto e dici: “Buon biscotto”. Non guardi il biscotto e dici: “Sei il mio padrone”. Non posso non mangiarti”. Non guardi il corpo dicendo: “Sei la mia prigione. Devo prendermi cura di te giorno e notte. Non cresci mai. Sei come un eterno bambino, e mi farai soffrire ogni giorno della mia vita”. Guardi il corpo e dici: “Sei il mio veicolo, e ti userò al massimo. Ti sfinirò utilizzandoti pienamente, e non abuserò di te, perché tu sei il mio dono. Tu sei il mio microfono, e attraverso di te posso toccarne un altro nel modo che qui ha più senso”.

Così, quando i Saggi dicono: “Più grande è il potere, minore è la libertà”, intendono anche dire che maggiore è il tuo potere, maggiore è la responsabilità sulle tue spalle e maggiore è il rischio. Ecco perché i Saggi non corrono a vedere ogni nuovo film e a cercare l’ultima novità. Hanno troppe responsabilità. Quelli di voi che sono genitori si rendono conto della responsabilità e del costo, eppure i vostri figli vi danno qualcosa che altrimenti non avreste mai avuto.

Ci sarà tutto il tempo per riposare quando lascerete questo mondo. Poi andrete in vacanza, tutti sporchi per aver combattuto gli incendi boschivi e così felici di riposare. La gente non lo sa perché La Conoscenza non è emersa in misura sufficiente a neutralizzare le loro grandi paure. In effetti, man mano che La Conoscenza diventa potente dentro di voi, sarete ansiosi di lasciare questo mondo. Sarete ansiosi di completare il vostro compito. Sarete grati per ogni opportunità di farlo, e ve ne andrete con gratitudine, dicendo “Grazie mille!

Perché è importante ascoltare qualcuno come me? Perché io rappresento la vostra vita al di là del mondo. Se ricorderete questo, anche in modo graduale, questo dissolverà la vostra paura perché saprete di non essere isolati e soli in questo mondo. Saprete che il vostro soggiorno qui è temporaneo e che da non ci si aspetta così tanto da voi come pensavate. Non dovete essere Dio nel vostro universo. Non avete un universo. Voi siete nell’universo. Non dovete cercare il potere personale perché avete il potere reale.

Cos’è il potere personale? È il potere su qualcosa che è temporaneo. Si passa tutta la vita ad avere potere personale e poi si rinuncia a ciò che è personale. Tutto ciò per cui hai lottato cade. Lasci il mondo a mani vuote e dici: “Che ne è stato del mio potere personale?” Beh, è stato lasciato lì con il tuo lato personale. È stato abbandonato insieme ai tuoi indumenti. Quando il re e la regina lasciano il mondo, le loro corone, i loro gioielli e i loro sepolcri vengono lasciati indietro. Quando lasci il mondo, le tue conquiste sono lasciate indietro, tranne che per una cosa: la tua Conoscenza. Questa è la vita dentro di voi, e questa sarà la vita dentro di voi quando lascerete questo mondo così come lo è adesso.

Quando le persone diventano studenti impegnati nella Via della Conoscenza, ci sono molte questioni che sorgono riguardo alla libertà. C’è molta preoccupazione su chi è al comando. “Sono io che comando o sto semplicemente seguendo gli ordini? Ho voce in capitolo su ciò che mi succede? Sono manipolato o usato?”

Sono domande molto serie, anche se La Conoscenza le risolve all’istante. Rinunciare alla propria libertà personale significa reclamare Dio e tutto il proprio vero potere. La tua libertà personale vi sta facendo impazzire.

Cosa abbiamo da offrirvi? Offriamo un richiamo e assistenza per recuperare la vostra Conoscenza. Questo per voi è un potenziamento, ma è un potenziamento che vi cambia un po’, vedete, perché prima eravate solo parzialmente voi stessi. Ora state diventando completamente voi stessi, ed è strano come percepite tutto in modo diverso. Vi sentite più simili a voi stessi in quei momenti meravigliosi in cui non c’è futuro o passato e non vi preoccupate per voi stessi. Siete preoccupati per il mondo, e percepite il mondo e non voi stessi.

La libertà personale ha valore solo in quanto ti dà l’opportunità di trovare La Conoscenza. È uno scambio, vedete. È la rinuncia a una certa parte del dominio che mantenete sulla vostra vita per ricevere una maggiore Saggezza. Il bambino deve rinunciare all’infanzia per entrare nell’adolescenza. È rinunciare e ricevere contemporaneamente. Se non rinunciate all’infantilismo nell’infanzia, lo manterrete e non riceverete il prossimo dono. Ricevere La Conoscenza è anche più naturale di questo.

Noi diamo grande valore alla libertà, perché la libertà è La Conoscenza. Non è la libertà di ottenere le cose. Ognuno ha la sua lista. Le persone attraversano la vita, e sono determinate ad avere una relazione, un lavoro e tutte le altre cose. E naturalmente, se le ottengono, è difficile mantenerle, perché le relazioni sono sempre in disfacimento e hanno bisogno di ogni tipo di lavori. Le auto invecchiano e bisogna trovarne una nuova. Queste cose non sono un male, ma arrivano naturalmente quando si insegue qualcosa di molto più essenziale per se stessi e per tutti.

Non c’è persona al mondo che non abbia La Conoscenza. Le differenze, quindi, sono le differenze nel livello di sviluppo, di affinamento e di realizzazione. L’unico ingrediente comune a tutti è La Conoscenza. A quel livello non c’è disaccordo. Quindi, se volete essere in totale accordo con la vita, allora il vostro lato personale deve essere abbastanza trasparente da non ostacolare la vostra attenzione. Poi potete iniziare a percepire la vita che si muove attraverso voi stessi e gli altri. Potete vedere il movimento delle cose. Potete riconoscere coloro che sono saggi e guardare con compassione coloro che sono ignoranti. Non c’è nessuna colpa ora. C’è la pazienza. C’è una pazienza di tale portata!

Immaginate per un attimo di essere stati il vostro Maestro e di essere stati elevati al di sopra di voi stessi personalmente, guardando questa persona attraversare la vita. Immaginate la pazienza che dovete avere. Tutte queste piccole cose che seminate qua e là, e forse la persona verrà qui e vedrà questo. Si perde il novanta per cento di quello che semini e del dieci per cento di quello che non si perde, di solito interpreta male la cosa comunque. Così tu stai sempre a cercare di portare le persone a loro stesse, e loro cercano sempre di andare più lontano. Ci vuole molta pazienza, ma il risultato vale la pena.

L’unica cosa che conta in questo mondo è La Conoscenza. La Conoscenza non è un’idea o una filosofia. È esperienza profonda. È universale e senza tempo, ed è valida per tutte le dimensioni. Ma fa paura. Bisogna rinunciare alla libertà a cui si è abituati, che è il privilegio di essere caotici, per la libertà di essere coerenti e di avere una direzione. Quando hai una direzione, le tue scelte sono limitate. Infatti, man mano che La Conoscenza diventa più forte, dopo un po’ non c’è più scelta. Questa è la libertà. La libertà è uno stato di non scelta. Ora si ha a che fare con ciò che è inequivocabile e assolutamente vitale; non si ha a che fare con scelte casuali. La vita è vitale in ogni momento. Se state prendendo in considerazione delle scelte, potete essere certi di non essere arrivati alla Conoscenza in quella situazione.

La forza irresistibile della Conoscenza è così forte che supera qualsiasi cosa che il mondo può mettere sulla sua strada. Questo livello di impegno è la più grande dimostrazione di Dio. È potente, senza fine e compassionevole. Ha vitalità. È guidato da qualcosa al di là di questo mondo. È una forza non comune, implacabile. Non si preoccupa dei costi e degli ostacoli; si preoccupa del funzionamento pratico. Le persone con La Conoscenza saranno non comuni e potenti. Non saranno sole, se non per scelta.

Così, i Saggi dicono che la scelta è qualcosa a cui si può sfuggire, eppure la scelta è così apprezzata in questo mondo. La gente dice: “Devo poter scegliere in tutto. Il governo non può dirmi cosa fare. Mia moglie non può dirmelo. Il mio amico non può dirmelo. Il mio corpo non può dirmelo. Il tempo non può dirmelo. Devo essere in grado di scegliere. È una mia scelta”. Come un bambino. “Mia!” Non importa se ti fa bene o no. Importa se è “mia”!

Ma vedete, man mano che emerge La Conoscenza, tutto comincia a prendere il suo posto. Non ci sono così tante scelte. Senti un’attrazione molto forte per un’altra persona, quella che ti travolge, e invece di dire: “Oh, che meraviglia! Attrazione” ed essere travolto e solo dopo scoprire se è realmente una relazione, ti fermi e vedi se questa è Conoscenza o no. Sei in grado di controllare te stesso. Questo ti fa tornare a ciò che è vitale per la tua realizzazione e per il tuo contributo agli altri.

Poi Vi chiedete: ” A cosa mi dedicherò totalmente?” Vi guardate attorno e non c’è molto che sia davvero ispirante a cui dedicarvi, quindi dovete dedicarvi alla vostra preparazione. Dovete vedere ciò che il mondo vi chiede, perché ora vedete che la vostra vita non è questo tentativo disperato di acquisire cose in un breve periodo di tempo. È un luogo dove si viene per contribuire e per ricevere.

Perché il mondo è un posto così difficile? C’è molta enfasi attualmente sul rendere il mondo un posto che non sia affatto duro. Ma vedete la contraddizione in questo? C’è una contraddizione. La questione non è se la vita sia difficile o facile. La domanda è se è vitale. Ci sono persone che hanno una vita molto facile e che sono morte dentro. La loro vitalità li ha abbandonati molto tempo fa. Tutto ciò che possono sperare ora è una sorta di ammortizzatore contro la loro morte e un qualche tipo di stimolo continuo e piacevole.

A volte, quando la vita è difficile, la vostra vitalità si manifesta. Se rendete la vita troppo facile, vi addormenterete – comodamente a vostro agio. Nessuna richiesta, niente di vitale. Lavorerete tutta la vita, guadagnerete molto denaro e i vostri figli cresceranno senza nulla di vitale. Questo è così evidente. Potete vederlo tutto intorno a voi.

La vita non è passiva. È una forza vitale e potente, un impegno serio e completo, non un impegno casuale. Non c’è niente di casuale nella vita. Che sia tranquilla o attiva, è estremamente coinvolgente.

Le cose accadono per necessità, non per lo si desidera. Le nuvole non passano perché lo desiderano. Vengono attirate qui. Devono venire e vengono. Non portano pioggia perché è divertente. Piove perché deve piovere. Venite al mondo per dare perché dovete dare. Questa è la vostra natura. Se non date, sarete infelici e darete la colpa a tutti, anche a voi stessi, ma non sarete felici.

Dovete prepararvi a dare. La Conoscenza è una responsabilità. Dovete essere una persona capace di sostenerla. Non potete essere come un bambino e assumervi responsabilità. Dovete prepararvi. La vita lo farà per voi, e dovete farlo di vostra spontanea volontà. Se volete svelare il mistero della vostra esistenza qui, allora dovete prestargli grande attenzione. Forse non sarete altrettanto liberi se lo farete, ma va bene così perché questo è più importante.

I più saggi hanno pochissima libertà personale. Vi racconteremo ora una piccola storia che riguarda le vicende di un altro mondo. In questo mondo, i più saggi hanno pochissima libertà personale. In realtà, non vanno mai in giro. Non vanno in vacanza. Non ne hanno bisogno. Quelli che hanno meno intuito hanno la più grande libertà. Possono fare ogni genere di cose entro certi limiti. Non hanno bisogno di discriminare tra ciò che pensano e ciò che dicono. Eppure coloro che sono saggi devono discriminare ogni secondo, ma hanno il potere e la motivazione per farlo perché ogni secondo è completo per loro. Hanno raggiunto uno stato in cui possono fare ben poco, tranne ciò che per loro è assolutamente essenziale. E questo lo fanno con abilità straordinaria. In effetti, è davvero straordinaria, in confronto al vostro mondo e alla vostra società, che la vostra gente sembrerebbe incredibilmente pigra e indolente al confronto. Ma voi non siete questa razza, e loro hanno una natura diversa da voi. Eppure, La Conoscenza è la stessa in tutti i mondi. È il fattore comune a tutta la vita intelligente.

Non è così diversa in altri mondi. Solo perché hanno nuovi apparecchiature non significa che la natura delle cose sia così diversa. Perché è importante per voi sapere questo? Perché quello che c’è là fuori è il vostro futuro come razza. State guardando il vostro futuro. È verso questo che state correndo con la vostra tecnologia. È a questo che vi state preparando emotivamente. È questo che sta cambiando ogni aspetto della vostra vita. È questo che sta rapidamente distruggendo le società tribali. È questo che costringe il vostro mondo a diventare unificato.

La differenza tra il Saggio e lo stolto sarà sempre la stessa. Sebbene possiate avere molte più informazioni dei vostri antenati e sebbene possiate avere meravigliosi gadget e meravigliose apparecchiature, vi troverete comunque di fronte alla vostra Conoscenza, sia essa scoperta o non scoperta. Credetemi, non ci sono molti Saggi nell’universo fisico, indipendentemente dalla cultura. Sapete perché? Perché i Saggi devono nascondersi. Devono nascondersi perché i loro doni sono destinati solo ad alcuni individui, e devono nascondersi per mantenere la loro libertà di dare.

La vostra Conoscenza in questo momento storico ha un compito specifico da svolgere perché quando entrate nel mondo dalla vostra Famiglia Spirituale, entrate in un determinato momento storico, e il vostro contributo è orientato a quel momento storico. Come potrebbe essere altrimenti? Quando avete un compito da svolgere, deve essere rilevante per i tempi in cui arrivate. Non potete affrontare l’incendio di un bosco con un’ascia di pietra. Dovete andarci con un’autopompa, perché un’autopompa è ciò che serve.

In alcune società le persone hanno una grande libertà e un grande lusso, ma il dovere è molto limitato e le persone si sentono molto sole. Non è naturale essere così separati. La gente odia il dovere. Pensano che sia un’enorme perdita di libertà, ma il dovere nella sua vera essenza rappresenta un impegno significativo, non un obbligo. Dove altro potrei essere se non qui? Potrei andare ovunque e comunque dovrei essere qui, quindi la scelta non ha senso per me. La scelta continua, il dibattito senza fine – ora sono libero da questo. Questa è la libertà. La deliberazione senza fine. “Cosa voglio?” Non devo preoccuparmi di questo, vedete, perché La Conoscenza mi ha superato.

La libertà è la vera ragione per cui la gente non accetta Dio, eppure Dio vi dà una libertà e un potere di tale portata che non potreste dare a voi stessi in modo significativo. Dio vi dà la responsabilità affinché possiate recuperare il vostro potere e dare valore a voi stessi. Non potete avvicinarvi a Dio se non avete questo valore. Non potete essere una briciola e andare da Dio! Dio non vi conosce come una briciola. Dio vi conosce come una magnifica creazione. Non potete presentarvi a Dio tutti tronfi con un tesserino di riconoscimento che dice: “Sono una magnifica creazione” e dentro essere una briciola. Dovete presentarvi a Dio come Dio vi ha fatto, non come vi siete fatti da soli.

Ecco perché Dio vi attrae dal profondo della vostra consapevolezza – il grande vuoto che attrae tutto di nuovo verso Dio! Ecco perché ci sono le Famiglie Spirituali. Ecco perché ci sono maestri e studenti a tutti i livelli. Anch’io ho dei Maestri, sapete. Loro mi trainano. Io traino voi. Voi trainate qualcun altro. Questo è il grande rimorchio. È così che tutto viene attratto verso la vostra Terra Natia. E nella misura in cui La Conoscenza è stata attivata in voi, voi la porterete in contributo naturalmente. Come potreste fare altrimenti?