La Devozione e il Votato Impegno


Come rivelato al Messaggero di Dio
Marshall Vian Summers
Nell’anno 1992
in USA

Riguardo a questo testo


Quello che state leggendo in questo testo è la trascrizione della voce originale della Assemblea Angelica così come ha parlato tramite il Messaggero Marshall Vian Summers.

Qua, la comunicazione originale di Dio, che esiste al di là delle parole, è tradotta nel linguaggio e nella comprensione umana dall’Assemblea Angelica che veglia sul mondo. Poi l’Assemblea consegna il Messaggio di Dio tramite il Messaggero, dopo di che, la comunicazione è trascritta e resa disponibile a voi e a tutto il mondo.

In questo notevole processo, la Voce della Rivelazione sta parlando di nuovo. La Parola e il suono della Voce sono nel mondo. Possiate voi essere i destinatari di questo dono di Rivelazione e possiate essere aperti a ricevere il suo Messaggio unico per voi e per la vostra vita.



Nota per il Lettore:
Questa traduzione è stata fornita a The Society da uno studente del Nuovo Messaggio che si è offerto volontario per tradurre il testo originale in Inglese. Noi rendiamo questa traduzione disponibile al mondo in questa forma iniziale affinché le persone abbiano la possibilità di interagire con una porzione del Nuovo Messaggio nella propria lingua.


La devozione e il votato impegno (N.d.R. dall’Inglese “commitment” che nel contesto di questo Insegnamento è un impegno con un senso profondo di responsabilità) possono veramente emergere quando si riconosce una relazione che è intrinseca, non costruita. Non hai fatto nulla per stabilirla. Non è basata su una vita precedente. Si basa sull’identificazione che fu stabilita prima che entrasti in questo mondo, ed ora è stata riacquisita attraverso l’identificazione con un’altra persona. Questa identificazione nutre la devozione, che è un’espressione di amore e di solidale amicizia. Essa nutre il vero impegno, che è un’espressione del vostro scopo insieme, adesso.

Vi potreste ben chiedere, “Come fa ad esserci votato impegno senza obbligo? Come fa ad esserci devozione senza perdita personale?” La risposta a queste domande è molto basilare ma non ovvia o facile da discernere. Avete devozione e votato impegno senza perdita perché, insieme, siete votati alla Conoscenza. Non si tratta delle vostre idee riguardo alla Conoscenza. È La Conoscenza stessa. È un’esperienza condivisa. Non la potete avere con chiunque vogliate. Può solo emergere con certi individui in certi stadi del vostro sviluppo.

Apprezzare gli altri è giusto, ma la devozione rappresenta una partecipazione di gran lunga maggiore. È il pinnacolo delle relazioni tra individui. È la più alta espressione di relazione con un’altra persona. Detiene una grande promessa, però è temuta da quelli che non la provano. Devozione non si dà tentando di usare un’altra persona per colmare le proprie ambizioni e i propri desideri. La devozione è un flusso naturale del tuo Vero Essere. Essa non si cura del successo o della perdita.

Prima o dopo devi scoprire la devozione. È inerente quando si allevano i figli, però ha un ruolo ancora più grande di ciò, perché potreste non essere legati intrinsecamente ai vostri figli. Per quello genitori e figli litigano. La relazione intrinseca è stabilita al di là di questo mondo. Può solo essere riconosciuta, e una volta che è riconosciuta è supportata attraverso il vostro impegno verso il suo scopo. Noi dobbiamo mettere devozione e impegno nell’ordine giusto, altrimenti non capirete il nostro significato.

Devozione non è una cosa che puoi cercare di avere. È una cosa che ti muove. Non è una virtù che azzardi. È una cosa che ti muove. La Conoscenza non è fatta di idee. Ti muove. È una forza dentro la tua vita. Qualcosa ti sta muovendo. Non sai cos’è. Forse ti fa paura perché ha una potenza così forte, eppure per te è così naturale. Viene dal profondo tuo cuore, ma adesso ti sta muovendo. Questa è La Conoscenza che si sta esprimendo nella tua vita. Ti muoverà a dedicarti a un’altra persona quando il tempo sarà appropriato.

Il tuo dedito impegno, allora, sarà semplicemente una cosa che riconosci. Tu non crei la dedizione. Come faresti a creare un dedito impegno? Tu puoi solo fare degli accordi che sono temporanei nella loro natura. Il vero votato impegno emana da dentro di te. Tu scopri che devi avere un votato impegno perché lo devi avere. Non si giustifica in termini di quello che ti darà nell’immediato futuro. Forse farà emergere più problemi di quanti ne risolverà. Forse temporaneamente sarà una tremenda inconvenienza. Ma giunge da dentro di te. Ti sta muovendo. È come se tu stessi trovando te stesso e allo stesso tempo arrendendoti a te stesso.

Qua stai dando la tua autorità a una Forza Superiore dentro di te. Sei tu, però è più grande di te. Questa apparente contraddizione tra quello che sei tu e quello che è più grande di te deve essere capita con chiarezza. Ho detto che il tuo Sé Superiore non è un individuo più grande. Fa parte del tessuto e della matrice della vita che operano nel tempo e nello spazio. È associato a un gruppo specifico, che noi chiamiamo la vostra Famiglia Spirituale. Il tuo Sé Superiore non è un individuo più grande. Non è un super-ego. Intrinsecamente sei tu, ma sei tu nella relazione intrinseca con la vita. Sei tu senza la separazione, tu che stai prestando servizio nello spazio-tempo, perché è là che sei. Quando la relazione è concepita a questo livello, la devozione e il votato impegno emergono in via naturale. Non ti serve cercare di ottenerli, però accettarli potrebbe esigere grande forza da parte tua.

La relazione è come la vita stessa. Tu fingi fino a quando scopri cosa è veramente. Operi sulla base delle tue supposizioni fino a quando le rilasci e scopri qualcosa d’altro. È piuttosto evidente che i tentativi di relazione della gente non hanno risolto la loro difficoltà con la solitudine e l’isolamento. Eppure queste cose possono essere risolte perché disfarle fa parte del Piano di Dio.

Le persone sono molto impazienti perché loro hanno paura, eppure loro vogliono assicurarsi di avere adesso tutto quello che vogliono, prima di decidere in merito a qualcosa di importante. La gente spesso domanda, “Mi troverò un vero partner?” Questa è una domanda molto comune e comprensibile. “Avrò un vero affiatamento?” Questo è possibile, ma prima dovete cercare qualcosa che è più importante, perché il vero affiatamento emerge dal vostro scopo nella vita. Le persone vogliono tutto quello che lo scopo può dare ma lo vogliono senza lo scopo. Pertanto, si accontentano solo di idee. Loro sentono le nostre parole semplicemente come nuove idee: “Adesso ho sentito questo maestro dire questo, ma non è la stessa cosa che dice quell’altro maestro. Sono molto confuso. Sono più confuso adesso. Non so cosa credere.”

Devi prima cercare lo scopo. È intrinseco dentro di te. Quello darà alle tue relazioni significato e direzione. Quello produrrà la possibilità di vera unione. Non ti serve andare a cercare un partner. Lui (o lei) cercherà te, però le tue attività che riguardano il tuo scopo ti porteranno a lui (o lei). Questa è la vita che sta operando adesso. Adesso stai lavorando con la vita e non sei indipendente da essa.

Fondamentalmente, è la tua indipendenza che è il tuo problema. Non c’è libertà nell’indipendenza. Sei ricusato. Allora che libertà c’è? Sei senza la tua Famiglia Spirituale. Sei privo di Conoscenza, hai solo i tuoi desideri e le tue paure a guidarti. Questo dà vita a un mondo molto tribolato. Però questo non è il tuo vero retaggio. Questo non è il motivo per il quale sei venuto qua—per giocarti questa vuota e brulla esistenza. Tutto quello che desideri, lo sai che lo perderai. Ma non è questo che è voluto per te.

Hai dentro di te il seme della Conoscenza. Contiene tutta La Conoscenza che hai acquisito o riconquistato ad oggi. Contiene anche il tuo specifico appello in questa vita. Contiene la tua capacità di riconoscere quelle relazioni che sono intrinseche al tuo scopo. Questo è un dono. Eppure, è evidente che non ci sono molti che lo cercheranno. Questo è il Regno.

Nel tuo desiderio di comunità e di partnership, tu stai cercando la tua Famiglia Spirituale, sempre. È interamente naturale che tu lo faccia. Però, devi cercare nei modi che portano successo. Questo succede in tutti i mondi.

Tu non sei venuto nel mondo solo per imparare. Imparare è solo una piccola parte del perché sei qua. È divertente essere uno studente, ma gli studenti non si sono ancora connessi alla vita. Loro stanno solo studiando le cose. Loro non sono ancora entrati nella corrente principale della vita umana. Il tuo scopo qua è scoprire La Conoscenza e darla in contributo. Quella, a parole, è una definizione molto succinta. La gente tenta le più pericolose e distruttive interazioni nel nome dell’apprendimento. Loro dicono, “È una grande esperienza di apprendimento, anche se tremendamente dolorosa,” e via dicendo. Quello non è un buon motivo di coinvolgimento. Puoi solo disimparare il falso accettando il vero. Il vero è quello che contieni dentro di te nella tua Conoscenza. La Conoscenza si sta esprimendo attraverso te in modi sottili. Periodicamente, si esprime attraverso te in modi drammatici. Non pensa come tu pensi. Non sceglie tra le idee. Lei sa. Lei agisce. La Conoscenza è istinto nella vita intelligente.

È La Conoscenza che noi sosteniamo. È centrale per tutto il tuo successo qua. È il tuo più grande anelito e la tua più grande paura. Eppure è così piena di grazia nel modo in cui si emana. La benedizione che ti dà è così evidente. Se guardi indietro, ti renderai conto di come ha cercato di tenerti lontano dall’errore e di guidarti verso la tua migliore opzione e verso la tua vera applicazione. Ti ha anche salvato la vita in qualche occasione. È una potenza misteriosa, e molti la attribuiscono a forze al di là di loro. “Dio è venuto e mi ha tirato fuori da questa terribile situazione!” Dio non ha fatto ciò. È La Conoscenza che ti ha fatto continuare ad andare avanti. Se tu distruggessi la tua capacità e la tua inclinazione a discernere La Conoscenza, la tua vita si instraderebbe verso la fine. Il tuo Essere cercherebbe di raggiungerti in un altro tempo.

Ci sono dei propositi da fare nelle relazioni. È evidente. Ci sono cose da riconoscere. Devi scoprire cosa è genuino e cosa non lo è. Ci sono molte attrazioni che sembrano produrre enorme stimolazione ma che non hanno proprio nessun contenuto. Ci sono altri richiami che sembrano privi di gusto ma che serbano in loro la potenza di Dio. Qua imparare il discernimento è molto importante. Non tentare la devozione e il votato impegno fino a quando La Conoscenza non ti conduce, altrimenti diventerai disonesto. Dirai agli altri che sei devoto e votato, ma alla prima prova cadrai. È più saggio allora prendere degli accordi temporanei che ti possono mettere in grado di portare a termine i tuoi progetti. Ma la devozione e il votato impegno sono di gran lunga superiori.

Con la devozione e il votato impegno, sarai disposto a fare quello che poche persone faranno, e sarai disposto a farlo con pochissimi applausi. Perché? Perché devi. È questo “devo” che è l’essenza della vita. Le persone sono molto, molto desiderose di libertà, ma essa non gli ha dato nulla fuorché l’opportunità di discernere La Conoscenza.

Quando parliamo di Conoscenza nell’individuo, parliamo di questo impulso essenziale. Non è compulsivo. Non è basato sulla paura. È profondo. È consistente. Non discute le cose. Con questo, tu diventi vivo. Questo è il momento in cui la vita è attiva dentro di te. È da qua che la devozione e il votato impegno provengono. Non dedichi te stesso a qualcosa perché è una buona cosa da fare o perché sembrerai più spirituale o perché se non la fai non avrai quello che vuoi. Non ti dedichi a qualcosa per fare in modo che gli altri siano felici con te. Non ti dedichi a qualcosa per auto-gratificazione di alcun genere. Ti dedichi perché devi e basta. Le spiegazioni adesso sono secondarie. È interamente naturale. Sarebbe innaturale non farlo. Qua è dove l’identificazione veramente inizia.

Come ho detto, fino a quando non hai questa esperienza, non giocare con l’impegno e la devozione. Sii uno studente. Quando le persone sono devote, loro danno la loro vita alle cose. Non è un sacrificio fare quello. Sarebbe un sacrificio più grande non farlo. Pertanto, questa qualità di devozione è alquanto unica. Non la vedrete esprimere frequentemente. Dove essa esiste, ci sarà grande ansia da parte di chi osserva. E ci sarà anche grande ispirazione.

La devozione è essenziale affinché tu sia in grado di intraprendere il tuo prossimo passo al di là di questo mondo. Allora ti riunirai con la tua Famiglia Spirituale, e il tuo senso di devozione ti renderà capace di portare avanti il tuo prossimo compito. Vedete, questo mondo non è un luogo dove vi unite alla Realtà Finale. È un luogo dove vi preparate per il prossimo passo. Per quello non predichiamo che voi cerchiate di raggiungere enormi vette nell’avanzamento spirituale. Voi non sapete cos’è. Voi cercate di perfezionare quello che deve essere messo da parte.

Le persone che sono capaci di essere complete in questo mondo hanno delle vite molto semplici. Loro sono semplici dentro. Le loro vite potrebbero sembrare audaci e balde agli altri, però c’è una gentile semplicità. Adesso loro sono in grado di servire il mondo, perché loro non hanno bisogno di prendere nulla da lui. Il loro desiderio di dare servizio e il nutrimento che ricevono nel prestare servizio li rende capaci di unirsi ai Maestri che servono questo mondo. Loro sono nella posizione di ricevere La Conoscenza e la grazia degli Unseen Ones, che vegliano su coloro che servono questo mondo.

La vita non ti chiede di essere perfetto. Non ci sono personalità perfette, non ci sono corpi perfetti. Queste cose sono transitorie. La vita non esige questo. Pertanto, non esigerlo da te stesso. Quello sarebbe molto poco gentile. Non ti è richiesto. Dovrai fare degli aggiustamenti personali nel tuo comportamento e nelle tue abitudini, ovviamente, ma solo per accomodare una vera capacità che sta iniziando ad emanare da te. Allora il cambiamento personale non è fatto per orgoglio. È per utilità. Tu semplicemente devi apportare dei cambiamenti nella tua vita al fine di avere un’esperienza superiore di Conoscenza e trovare per lei la giusta espressione. È così semplice. Non ci sono grandi fanfare a tele proposito. Le cose che sono distruttive sono abdicate perché sono distruttive. Adesso non è una questione di buono e cattivo. È questione di scegliere il supporto contro l’ostruzione. Questo ti porta nella vita. Qua inizi a vedere la vita operare in servizio a te, sia nel regno visibile che oltre. Inizi a sentire la Presenza Spirituale con te e inizi a discernere la Presenza. La tua vita non è ancora stata definita, ma si sta muovendo.

Non conoscerai il tuo appello nella vita, nella maggior parte dei casi, fino a quando la tua vita non sarà ben avviata in servizio alla Conoscenza. È raro che degli individui abbiano un’esperienza del loro incarico prima di questo. Per accettare un appello nella vita, devi essere completamente disponibile.

La gente dice, “Bene, cosa è questa devozione di cui parlate? Cosa mi può dare? Adesso sembra che io sia solo un servo. Quale è il beneficio per me?” C’è beneficio. C’è enorme beneficio—un senso di sé, un senso di direzione, un senso di vera associazione con gli altri, un senso di benessere, un senso di continuità della vita—non sono, queste, tutte cose che cercate? Non sono esse fondamentali per la vostra felicità qua? La vita ti offrirà quello che essa è designata ad offrirti, e tu darai alla vita quello che sei designato a darle se scoprirai La Conoscenza. Impiegherai un’intera vita per farlo. Non esiste un percorso facile e veloce, però ci sono dei modi diretti che di fatto ti risparmiano tempo. La devozione, allora, è quello che vuoi ricevere, perché si rivolge alla tua relazione intrinseca con la vita, che nel suo complesso termina l’idea di separazione.

La Conoscenza è la cosa più misteriosa ma allo stesso tempo la cosa più naturale del mondo. Il mondo non attesta questo fatto perché il mondo è ignorante di Conoscenza. Però La conoscenza è l’unica realtà che porti con te dalla tua Antica Casa, e sarà l’unica realtà che ti porterai via. È la luce dentro di te.

Le tue necessità intrinseche in questa vita sono per la vera relazione, la vera comunità, il vero scopo e il vero appello. Quelle sono le tue necessità intrinseche. Le avrai a prescindere da quello che credi di essere, a prescindere da quello che cerchi di fare o quello che cerchi di essere. Non le puoi estinguere. Sono centrali per te. Quando avrai ricevuto i mezzi per rispondere a queste necessità, allora sarai nella posizione per aiutare gli altri a fare la stessa cosa. Conoscenza accende Conoscenza. Quando La Conoscenza sarà più evidente in te, lei accenderà gli altri. Questo è un processo interamente naturale.