Come rivelato al Messaggero di Dio
Marshall Vian Summers
in Albany, New York

Riguardo a questo testo

Quello che state leggendo in questo testo è la trascrizione della voce originale della Assemblea Angelica così come ha parlato tramite il Messaggero Marshall Vian Summers.

Qua, la comunicazione originale di Dio, che esiste al di là delle parole, è tradotta nel linguaggio e nella comprensione umana dall’Assemblea Angelica che veglia sul mondo. Poi l’Assemblea consegna il Messaggio di Dio tramite il Messaggero, dopo di che, la comunicazione è trascritta e resa disponibile a voi e a tutto il mondo.

In questo notevole processo, la Voce della Rivelazione sta parlando di nuovo. La Parola e il suono della Voce sono nel mondo. Possiate voi essere i destinatari di questo dono di Rivelazione e possiate essere aperti a ricevere il suo Messaggio unico per voi e per la vostra vita.

Nota per il Lettore:
Questa traduzione è stata fornita alla Society da uno studente del Nuovo Messaggio che si è offerto volontario per tradurre il testo originale in Inglese. Noi rendiamo questa traduzione disponibile al mondo in questa forma iniziale affinché le persone abbiano la possibilità di interagire con una porzione del Nuovo Messaggio nella propria lingua.

La Conoscenza è il principale punto di riferimento nel vostro sviluppo. Pertanto è necessario considerare le fasi di questo sviluppo in termini del vostro rapporto con La Conoscenza stessa. La Conoscenza è il vostro Vero Sé in questo mondo. Non la si può afferrare o concettualizzare e contenere il suo significato, il suo valore e il suo scopo. Ma la si può e la si deve sentire sempre di più. L’Insegnamento della Via della Conoscenza si occupa della riconquista della Conoscenza e, attraverso La Conoscenza, del servizio al mondo.

Lo sviluppo della vostra relazione con La Conoscenza si verifica in tre fasi che discuteremo in modo generale. Nella prima c’è il rifiuto della Conoscenza. Nella seconda c’è la coltivazione della Conoscenza e nella terza c’è l’espressione della Conoscenza. Queste sono categorie molto generali e in ognuna troverete un riflesso delle altre due. Per esempio, nella prima fase, che riguarda principalmente il rifiuto o la soppressione della Conoscenza, gli individui avranno comunque dei momenti in cui esprimeranno La Conoscenza e in cui ritroveranno La Conoscenza. Allo stesso modo, nella terza fase, nell’espressione della Conoscenza, ci saranno momenti in cui La Conoscenza sarà combattuta o negata. Nel complesso, tuttavia, lo sviluppo umano può essere visto come rientrante in queste tre categorie. È importante vedere cosa questo significhi in termini di relazioni con gli altri.

La prima fase la chiameremo il rifiuto della Conoscenza. Questo non è solo il rifiuto della Conoscenza in questa fase, ma è il tentativo di realizzarsi sulla base dei propri ideali. Una volta soddisfatti determinati requisiti di sopravvivenza, l’individuo si preoccuperà della propria realizzazione personale. Non sono consapevoli del fatto di negare La Conoscenza. Se fossero consapevoli della Conoscenza, non potrebbero negarla. Non si rendono conto che stanno negando qualcosa. Cercano invece di affermare qualcosa. Quindi non sono affatto maligni. Semplicemente non sanno fare di meglio. Ogni persona inizia in questo stadio.

Questa prima fase riguarda la realizzazione personale sulla base di idee personali. Riguarda principalmente l’acquisizione. Qui l’individuo è stato reso sufficientemente libero in modo da poter cercare di modellare la propria vita in una certa misura. Qui sta imparando alcune forme basilari di indipendenza. Anche se questa è la fase in cui le persone stanno imparando a diventare più indipendenti, loro stanno ancora fortificando la loro dipendenza perché stanno cercando di vivere secondo le loro idee o quelle altrui che trovano attraenti.

Questo è principalmente un periodo di non apprendimento in cui si cerca di ottenere risultati insoddisfacenti o impossibili da raggiungere. In entrambi i casi, se queste cose sono state raggiunte e si sono rivelate insoddisfacenti, la gente si scoraggia. Il risultato di gran parte dell’attività qui è la delusione e la confusione, e può sorgere una grande quantità di rabbia qui, perché molte delle cose che sembrano così preziose, così care e così degne di nota si sono rivelate prive di valore o molto scoraggianti. In questa fase, che può essere molto, molto lunga, e per molte persone dura anche tutta la vita, le persone cercheranno sempre di più di realizzarsi attraverso certe cose che credono siano necessarie per la loro felicità. E volta dopo volta troveranno la delusione in un modo o nell’altro. Molte persone si trovano in questa fase. Però ci sono anche molte persone nel mondo che hanno ancora a che fare con i bisogni primari di sopravvivenza, e quindi non sono nemmeno in grado di operare in questa fase di sviluppo.

Questa prima fase di sviluppo è un periodo di tentativi e di errori. Molte relazioni saranno azzardate per ottenere varie forme di gratificazione: gratificazione sessuale, compagnia, condivisione di opinioni politiche o sociali e persino il matrimonio stesso. Qui, volta dopo volta, nelle relazioni, le persone cercheranno di usare l’altra persona per realizzare le loro ambizioni. E volta dopo volta, questo si rivelerà doloroso, distruttivo e deludente, perché anche l’altra persona cercherà di usarli per lo stesso scopo. Una volta che questi scopi verranno alla luce, ci sarà molto scoraggiamento e persino ostilità. Le persone si sentiranno usate e fuorviate. Si sentiranno ingannate e molto deluse. È un periodo deludente. È un tempo di esplorazione necessario, ma è un peccato quando questo si protrae così a lungo.

Questo è un momento in cui la relazione romantica ha la precedenza sulle relazioni ed è questo che dobbiamo affrontare ora. Nel romanticismo si sta cercando di usare una persona per realizzare un’idea. L’interludio romantico può accadere nelle relazioni personali intime. Può accadere nelle relazioni che hanno a che fare con il business, con il contributo che si dà al mondo e in qualsiasi arena di attività umana in cui le relazioni sono stabilite. Il romanticismo può essere l’enfasi principale e di solito lo sarà finché le persone coinvolte non impareranno a valutare La Conoscenza ed assimilare alcune lezioni necessarie per il discernimento.

La difficoltà con la storia romantica è che là non si ha la possibilità di riconoscere l’altra persona. Si vuole solo convalidare le proprie idee sull’altro. Se l’altro sembra convalidare le tue idee, lo sosterrai. Se non lo fa, lo rifiuterai sulla base delle tue idee. Ma non stai ancora in un luogo dove l’intimità possa essere veramente stabilita, perché non stai ancora sentendo l’affinità con la persona. Stai semplicemente accettando alcuni suoi aspetti ritenendoli adatti a un piano che hai: un piano di cui sei consapevole o che hai inconsapevolmente creato dentro di te.

Man mano che la relazione progredisce e la persona dimostra di essere una persona e non solo un’idea, la cosa può portare a grande confusione e delusione. Scopri di essere deluso dalla persona, o lei delusa da te. Perdi interesse in lei o lei perde interesse in te. A volte questo è reciproco, ma di solito una persona comincia a perdere interesse prima dell’altra. Come una persona perde interesse, l’altra persona può sentir intensificare il proprio interesse di rimanere nella relazione. Questo può essere molto intenso e molto difficile.

Questa relazione non ha basi sufficienti per durare nel tempo. Non è del tutto falsa, perché contiene elementi di verità e molti di questi elementi possono essere molto importanti. Ma la relazione, in particolare se riguarda il matrimonio o la convivenza, non può sopravvivere se è costruita su un fondamento molto parziale o minimo. Qui gli individui sono delusi, a volte con grande amarezza e infelicità. Eppure, qui sono tenuti a rivalutare le loro motivazioni e il loro processo decisionale in materia di relazioni. Questo è un momento in cui si può acquisire una saggezza molto fondamentale e pratica. È assolutamente necessario. Nessuna maturità nelle relazioni è possibile, a meno che l’apprendimento sostanziale si sia verificato in questa prima arena.

In alcune società dove le persone hanno molta libertà nelle relazioni, anche intime, ci possono essere molte scelte e molti tentativi. Molte persone possono diventare l’oggetto del vostro affetto. Qui l’apprendimento può essere accelerato e questo può essere molto utile, ma ha i suoi pericoli, perché ci sono così tante persone allettanti a cui attaccarsi che potreste invece metterci molto più tempo a imparare nell’ambito di queste circostanze. Tuttavia, la delusione vi riporterà a voi stessi dove rivaluterete le vostre motivazioni per la relazione, il vostro comportamento nella relazione e il vostro processo decisionale.

Qua devi affrontare te stesso. Se ti preoccupi solo delle motivazioni degli altri, del loro comportamento e delle loro decisioni, non sarai in grado di vedere le tue. Ecco perché è necessario utilizzare questi periodi di delusione per l’introspezione e l’autovalutazione. Se potete farlo senza biasimo, sarete in grado di riconoscere gli errori che avete fatto e vedrete come potranno essere corretti in futuro. Se saprete imparare da queste delusioni senza amarezze o condanne, potrete acquisire una saggezza molto pratica che vi sarà di enorme valore in futuro.

Non solo questo periodo è un periodo di delusione, ma anche di scoperta del sé. È dove si inizia a guardare se stessi oggettivamente. Voi stessi vi mettete in discussione. Vi osservate. Sfidate i vostri ideali. Sfidate le vostre stesse ipotesi. Facendo questo ti rendi conto che molti dei tuoi ideali e dei tuoi presupposti che finora hanno governato la tua vita non sono affatto tuoi, ma sono semplicemente delle idee che hai raccolto da altre persone, o che hai accettato dalla società in generale. Molte di queste idee provengono dai tuoi genitori. Poiché non siete stati in grado di stabilire le vostre idee, vi siete limitati ad accettare le loro senza porre dubbio, spesso inconsapevolmente.

In questo lungo periodo di tentativi e di errori, di delusione e di scoperta del sé, si comincia a vedere che c’è una qualità della mente dentro il proprio sé che ha la capacità di sapere le cose. Comincerete a vedere che la vostra mente non è solo fatta di atteggiamenti e convinzioni, ma possiede anche una volontà. Possiede una qualità di conoscenza. Forse la vostra scoperta iniziale di questo è abbastanza breve e irregolare. Eppure, quando imparate a osservare la vostra partecipazione nella relazione con una certa oggettività, vedete che quella parte di voi sapeva che stavate per commettere un errore. Parte di voi sapeva che stavate commettendo un errore. Parte di voi sapeva che dovreste andare qui e non lì. Parte di voi sapeva di doversi frenare con una particolare persona o di potersi dare a una particolare persona. Questo è parte del risultato dell’introspezione. Solo una oggettività intrapresa senza biasimo può darvi questo. Qui cominciate a vedere che quella parte di voi conosce la verità. Questa è una manifestazione molto esteriore della Conoscenza, perché La Conoscenza è ancora più grande.

Questo primo periodo può essere abbastanza intenso. Il potere del romanticismo è incredibilmente forte perché sembra essere una forma di salvezza. Questo è dimostrato dal fatto che l’esperienza iniziale di romanticismo è talmente tanto intensificata e può essere molto grande e gloriosa. L’innamoramento è dove lasci indietro te stesso e trascendi, momentaneamente, i tuoi limiti, e dove vivi in un contesto più ampio in presenza di un’altra persona. Qui si superano temporaneamente i propri confini, ma non si riesce ancora a vivere al di là di essi. Ecco perché l’esperienza iniziale non può essere mantenuta. Non importa quanto ci si sforza per ricreare l’esperienza iniziale, non può essere mantenuta. Non si può vivere al di là dei propri confini interiori, perché in realtà non si è ancora cresciuti veramente. Hai semplicemente avuto un’esperienza di apice, e stai attribuendo tutto il suo valore e il suo significato all’altra persona. Poi vuoi far permanere e vuoi proteggere l’altra persona in modo da poter avere di nuovo quell’esperienza di apice. Qui l’amore è più simile a una forma di dipendenza e dimostra un comportamento e dei valori e giudizi molto soggetti all’assuefazione. È solo quando tutto questo arriva a deluderti che una maggiore esperienza di amore e di relazione può nascere per te.

In questo periodo di tentativi e di errori, la delusione e l’auto-scoperta possono essere notevolmente accelerate per gli studenti di Conoscenza. Diventare coscientemente studente di Conoscenza significa aver trovato in te, adesso, un punto di riferimento in cui, nel tempo e attraverso molte esperienze, hai imparato a credere ed a porre del valore. Questa è la tua guida interiore. Trascende le tue preferenze, i tuoi desideri, le tue paure, le tue compulsioni, i tuoi conflitti e le tue difficoltà. È una fonte costante di verità e di amore, quindi è un sodalizio veritiero o una relazione vera.

Questa prima tappa è molto importante, ma qui ci saranno molte difficoltà e resistenze. Quanto tempo una persona rimane qua dipende dal suo desiderio di verità e da quanto dovrà risolvere dentro di sé. Eppure, tutti devono attraversare questo periodo, poiché le lezioni di discernimento riguardanti La Conoscenza continuano lungo tutto il cammino.

Qualcosa di molto significativo cambia alla fine di questa fase, che permette all’individuo di entrare nella seconda fase. È, in parte, un risultato del suo apprendimento, o per essere più specifici, il suo disimparare riguardo alle relazioni. Eppure è anche una parte di qualcosa che è accaduto dentro di te, perché dentro di te, La Conoscenza è stata attivata. La tua esperienza esteriore e la tua esperienza interiore hanno portato La Conoscenza a un punto in cui è attivata per iniziare una seconda fase di esordio interiore. Questo, poi, ti porta alla seconda fase di sviluppo che è la fase della riconquista della Conoscenza.

Nella seconda fase di sviluppo l’apprendimento nel discernimento e nel processo decisionale continua mentre sempre più vedi che una parte di te è saggia e una parte di te non lo è. La parte che non è saggia ha bisogno di imparare dalla parte che è saggia. Vedrai sempre più che vivi secondo idee e convinzioni che non sono venute da te, ma che hai accettato inconsapevolmente dal tuo ambiente. Vedi sempre più che la storia romantica senza un vero rapporto è senza speranza e sarà sempre destinata al dolore e alla delusione. Vedrai sempre più che una relazione deve avere uno scopo o un focus maggiore della semplice gratificazione personale, se vuole sopravvivere e avere un senso. Vedrai sempre più che l’esperienza iniziale di apice del romanticismo non è una relazione, ma, nella migliore delle ipotesi, solo un’esperienza di riconoscimento tra due individui.

Tutto questo apprendimento, che è vitale ed essenziale, continua in tutte le fasi dello sviluppo. Ciò che separa la prima fase dalla seconda è l’emergere della Conoscenza. La Conoscenza comincia ora ad esercitare un’influenza più forte. È qualcosa che una persona sente sempre di più. Non la sentiranno solo nei momenti in cui prendono decisioni importanti, ma anche nella vita di tutti i giorni. La piccola scintilla che prima era un po’ di luce dentro di loro ora è diventata un piccolo fuoco. Non è ancora predominante nella loro consapevolezza. Non è ancora qualcosa a cui riescono proprio a pensare. Tuttavia, sentiranno sempre più il suo effetto.

Se diventerete oggettivi nella vostra ricerca, vi renderete conto che molto di quello che avete tentato in precedenza era davvero senza senso e non soddisferà un desiderio più profondo. Cominceranno a sorgere domande approfondite sulla vostra identità e sul vostro scopo nella vita. Non sarà solo il risultato di un interesse o di una domanda filosofica. Dovrà avere sempre di più a che fare con il valore reale della vita, il significato della vita e un senso di scopo nella vita. Qui i Maestri Interiori, di solito sconosciuti all’individuo, si avvicinano e cominciano ad esercitare un diverso tipo di influenza. Nella maggior parte dei casi, non saprete mai che i vostri Maestri sono con voi, identificandoli con una forma specifica di identità. Ma sempre più ci sarà un’esperienza di Presenza.

Il passaggio dalla prima alla seconda fase è in realtà enorme, anche se, come tutte le grandi esperienze di transizione, passerà inosservato. Verranno notati solo i risultati. Solo il cambiamento di comprensione e di esperienza di una persona indicherà che si è verificato un vero cambiamento. Il suo pensiero è cambiato, i suoi sentimenti sono cambiati, i suoi valori sono cambiati ed il suo orientamento verso la vita è cambiato. I suoi obiettivi cambieranno. La sua enfasi poi cambierà. Le sue priorità cambieranno. Le persone possono anche cambiare fisicamente. Possono modificare il loro aspetto esterno. Ma che lo facciano o meno, qualcosa di interiore è cambiato e se ne stanno rendendo conto.

Pertanto, non si può dire: “Ieri ero nella prima fase e oggi sono nella seconda”. Perché non lo saprete. In realtà, questa discussione sulle fasi di sviluppo è solo per darvi una visione d’insieme, non per istituire un sistema di criteri in base ai quali giudicare voi stessi e gli altri. Vi prego di ricordarlo, è molto importante. Questo è solo per darvi una visione d’insieme di come lo sviluppo umano, per avere un senso, deve essere misurato con La Conoscenza.

La conoscenza, man mano che vi avvicinate ad essa, diventerà sempre più grande e inclusiva. Qui il vostro punto di vista di lei diventerà sempre più grande e più riconoscente. È come arrampicarsi su una montagna, si vede un panorama sempre più grande mentre si continua a salire. Si ottiene una prospettiva più ampia riguardo a dove si è stati e dove si sta andando, mentre si continua a salire.

Nella seconda fase si inizia a riconoscere un contrasto genuino interiore. Il contrasto è tra ciò che si vuole o si crede e ciò che si conosce. Alla fine, in questa seconda fase vi renderete conto che questo contrasto è abbastanza totale e che esiste un grande divario tra ciò che è voluto e ciò che è saputo. In realtà, ciò che si sa è ciò che si vuole veramente. Quando questo sarà visto, ci sarà per voi, interiormente, un grande ritorno a casa. Ma i desideri che non sono in linea con La Conoscenza sembreranno competere con La Conoscenza stessa e creeranno una divisione che può essere molto difficile da riconciliare.

Durante la seconda fase di sviluppo, il valore dell’istruzione diventa sempre più importante. Qui ci si rende conto che è necessario progredire con l’aiuto di alcune persone che, per la loro capacità professionale o la loro saggezza generale, servono come mentori e come veri assistenti o guide allo sviluppo. Qui l’apprendimento diventa meno caotico ed ha una maggiore direzione.

Questa formazione è molto importante perché sempre più ci sarà una distinzione tra ciò che è conosciuto e ciò che è ricercato al di là della Conoscenza. In altre parole, ci sarà una distinzione crescente tra la forza della Conoscenza e le Forze di Dissonanza dentro di sé. Questo può portare a molta confusione, perché le persone coinvolte si identificheranno ancora con tutto ciò che sperimentano internamente. Essi penseranno che la forza della Conoscenza sia parte della loro identità e penseranno ancora che le Forze di Dissonanza siano parte della loro identità. Solo attraverso un apprendimento sostanziale essi vedranno che solo la forza della Conoscenza rappresenta la loro vera identità e che le Forze di Dissonanza rappresentano semplicemente ostacoli nel loro percorso.

La gente spesso pensa che parte di loro dice questo e parte di loro dice quello. Parte di loro vuole questo, parte di loro vuole quello. Parte di loro vuole andare, parte di loro vuole fermarsi. Pensano ancora che sia tutto parte di loro, ma non è così.

Quando impari a identificarti con La Conoscenza, non devi condannare ciò che non è Conoscenza. Abbiamo illustrato tre livelli di esistenza: fisico, mentale e spirituale. Dovete dare valore alla vostra realtà fisica e alla vostra realtà mentale. Non le scartiamo, non le neghiamo e non le sminuiamo solo perché stai scoprendo una realtà Spirituale. Ognuna richiede l’adempimento dell’altra. Quella fisica richiede quella mentale, quella mentale richiede quella spirituale. Ognuna è il veicolo per la realtà più grande al di sopra di essa. È così che avviene la vera integrazione.

In questa seconda fase, giorno dopo giorno, ci sarà un certo grado di confusione e spesso di grande intensità. Questo avviene perché ciò che pensavate fosse vero in precedenza si è dimostrato inadeguato o del tutto falso. Quello che ti è piaciuto prima ora sta cambiando e quindi non sai cosa amare. Prima, nella prima fase, avevi posto la tua identità interamente sulle tue idee. Ora hai visto i limiti delle idee e in molti casi la falsità delle idee. Ora non sai su cosa mettere la tua identità. La conoscenza non è ancora abbastanza forte dentro di te da farti capire che è la tua identità.

Ora si deve poggiare sulla fede. La fede diventa qui un elemento reale. Per il fatto che state sperimentando La Conoscenza sempre di più, anche se in modo intermittente, dovete avere fede che questa rappresenta una verità che governa e rimane dentro di voi, anche se la maggior parte del tempo non riuscite a sentirla. Il vostro processo decisionale subirà una graduale trasformazione. Di giorno in giorno, le cose potrebbero essere molto confuse. Va bene così.

Qui i tuoi Maestri assumono un ruolo più attivo per aiutarti, perché si rendono conto che stai attraversando un cambiamento enorme nel tuo senso di identità, senso di scopo e senso di significato. Ora sono al tuo fianco per prestare la loro forza e, in alcuni casi, per parlarti direttamente. Che tu ne sia a conoscenza o meno, stanno inviando idee nella tua mente per aiutarti.

Mentre siete nel mondo non vedrete quanto sia essenziale l’assistenza dei vostri Maestri, perché il mondo è un luogo dove le persone sembrano separate e sole. Ma se ci si distingue dal mondo, o in altre parole si va dietro le quinte, ci si rende conto che le persone non sono sole, ma sono in realtà sorrette da molti altri che le supportano. Il mondo ha un cast di personaggi e oltre il mondo c’è un cast di personaggi di supporto. Una volta che vedrete tutto questo più chiaramente, avrete grande motivo per festeggiare e grande motivazione per avere forza e fiducia in voi stessi, perché vi renderete conto di quanto siano grandi le risorse che vi sostengono e vi assistono.

La seconda fase può essere abbastanza confusa perché le idee e La Conoscenza competono tra loro. A volte è difficile distinguere le due cose e a volte esse si confondono. A volte non si è certi di quale sia la verità, perché quella che si pensava fosse una verità non si è svelata o si è rivelata inadeguata. Allora ti rendi conto che la verità che avevi capito prima è del tutto falsa, oppure la tua comprensione di essa non è abbastanza grande. Qui la tua condizione di studente diventa molto attiva. Qui dovete dedicarvi all’apprendimento e non alla semplice difesa dei vostri presupposti, o a poggiare la vostra identità o il vostro senso di benessere su idee che si rivelino comode o gradevoli. Qui c’è un reale bisogno di imparare perché l’apprendimento ora è in fase di accelerazione. C’è un contrasto sempre più evidente tra ciò che si sa e ciò che si vuole, tra il mondo della Conoscenza e il mondo della fantasia.

Ci sono molte insidie nella seconda fase, come ci sono nella prima e nella terza fase. I tuoi Maestri sono qui per aiutarti. Se sei saggio, cercherai il consiglio di individui che sono in grado di aiutarti a gestire questo periodo. Ricordate che non si può fare nulla da soli. Avete bisogno di relazioni per ogni progresso, per ogni sviluppo e per ogni creazione. Pertanto, è necessario ora consapevolmente cercare aiuto. Scoprirete che molte persone intorno a voi non sono in grado di aiutarvi. Possono trovarsi nella prima fase e non comprendere affatto la seconda. Ora state lottando con qualcosa che è vero, che sta cercando di emergere, che sta emergendo. Se un’altra persona non ha avuto questa esperienza, cosa sarebbe in grado di fare per te?

Più si va avanti, più diventa necessario avere un maggiore discernimento nelle relazioni. Non puoi semplicemente associarti a chiunque ti piaccia. Non ci si può semplicemente innamorare di chiunque sia attraente. Non vi dovete semplicemente schierare con chiunque vi assecondi. Questa seconda tappa è un periodo di crescente discernimento perché c’è la necessità di discernimento. Dovete trovare alleati nella coltivazione della Conoscenza. Dovete trovare persone che comprendano o abbiano un senso della vostra vita interiore e che facciano parte anche della seconda fase. Loro ti cercheranno come tu li stai cercando, perché anche loro non possono accontentarsi di relazioni limitate. Hanno bisogno di relazioni di capacità molto maggiore ora, come lo avete voi.

Nella seconda fase stai ancora apprezzando il romanticismo e non hai ancora imparato che il romanticismo è disperato. Così tenterai ancora del romanticismo nella seconda fase. Hai molti ideali da cui dipende ancora la tua identità. Cercherai di vivere anche questi ideali. Pertanto, non pensare in alcun modo di essere libero dal romanticismo. La nostra enfasi qui è che qualcosa che non è romanticismo è in competizione per avere la vostra attenzione. Qualcosa che non è semplice idealismo sta cominciando ad agire nella vostra vita. Sentirete questa dualità dentro di voi. Ora state diventando consapevoli, più consapevoli di voi stessi e del vostro ambiente, più consapevoli del vostro impegno con le altre persone, e più consapevoli delle vostre motivazioni e del vostro processo decisionale.

A un certo punto, inizi a riconoscere la tua necessità di diventare studente di Conoscenza. Infatti, qui La Conoscenza comincia ad avere un significato genuino perché ti rendi conto che c’è una parte di te che conosce. Eppure è una parte di te della quale puoi avere pochissima esperienza. La qualità di questo sapere e la qualità di questa coscienza è in diretto contrasto con il tuo stato mentale normale. Il tuo stato mentale normale è dominato da forze potenti – dalla paura e dal desiderio, dal cercare di ottenere qualcosa o di allontanarti da qualcosa, dal cercare di avere conforto ed evitare il dolore, e dal cercare di avere piacere ed evitare la confusione. Nella prima fase stavi cercando la fuga. Ora ti stai rendendo conto che la fuga non è possibile. Qui stai almeno cominciando a considerare la possibilità che ciò che stavi cercando di scampare in precedenza è qualcosa che potresti desiderare di abbracciare in futuro. La realtà ora comincia a sembrare vantaggiosa, piuttosto che sembrare semplicemente minacciosa o sembrare che ti stia privando di qualcosa.

Questo è il momento in cui i vostri Maestri Interiori si avvicinano a voi perché la vostra iniziazione li ha chiamati a voi. Quando cominci a svegliarti, i tuoi Maestri vengono al tuo fianco. Prima ti osservavano a distanza, ma a questo punto la loro partecipazione nella tua vita diventa più attiva e necessaria. In realtà, a volte inizierai a pensare che ci sia qualcuno con te. Potresti avere un’esperienza molto vaga di questo e raramente è un qualcosa di chiaro e palese. Sentirai che qualcuno è con te, una Presenza. Forse avrai solo la sensazione di non essere solo e ne trarrai forza e incoraggiamento. Nella seconda fase, impari a relazionarti con le persone attraverso La Conoscenza, comincerai a sperimentare sempre più il potere di questa Presenza.

Il tuo rapporto con i tuoi Maestri si basa interamente sulla Conoscenza e non si basa affatto sul romanticismo. Quando inizi a pregiare la relazione più che la stimolazione temporanea, inizi a cambiare il tuo atteggiamento nei confronti del romanticismo. Forse ci sarà l’amarezza della delusione in un primo momento, ma in entrambi i casi sarai alla ricerca di qualcosa di più duraturo, più stabile e più genuino. Cercherai un nutrimento più costante piuttosto che una stimolazione temporanea. Non vorrai rivivere la gravità delle delusioni precedenti. Pertanto, inizierai a scegliere i tuoi rapporti con maggiore attenzione.

Qua è importante osservare le persone per saperne di più su di loro prima di impegnarvi con loro. In termini di sessualità questo è molto importante. State imparando a diventare più selettivi, e quindi più saggi nelle vostre decisioni. Alla fine vorrete solo avere un impegno sessuale con una persona con la quale riuscite a diventare pienamente uniti. Ciò rappresenta saggezza. Perché questo, in realtà, è lo scopo del sesso. Il sesso è fatto per rigenerare la razza e stabilire l’unione con un vero partner. Qui il sesso per svago o per stimolazione temporanea cessa di essere piacevole e viene riconosciuto come causa di grave delusione, e anche di pericolo fisico in termini di malattia.

Questa seconda fase di sviluppo è un periodo di enorme rivalutazione. È un periodo di apprendimento attraverso il contrasto. Qui La Conoscenza è come un piccolo germoglio, ma ha rotto la superficie del terreno e sta diventando evidente. Eppure, nella seconda fase, le persone hanno ancora molti ideali e convinzioni e una grande fede nelle storie romantiche, perché là è dove hanno posto la loro speranza in precedenza. Senza Conoscenza la relazione romantica sembra essere la cosa più promettente che ci sia. Senza romanticismo, la vita sembrava vuota. Nella seconda fase, ti rendi conto che una speranza maggiore, di gran lunga maggiore, ti viene offerta attraverso la riconquista della Conoscenza. Forse non ci penserai in termini di riconquista della Conoscenza. Forse penserai in termini di essere onesto con te stesso o di sentite un’unione genuina con un’altra persona o di trovare una felicità maggiore. Queste sono tutte espressioni della Conoscenza perché La Conoscenza è la base della vera affinità nella vita.

Verso la fine della seconda fase ti rendi conto che devi associarti a persone che riconoscono la tua natura spirituale e che pongono una certa enfasi sullo sviluppo spirituale. All’inizio della seconda fase forse non c’era questa enfasi. Volevate semplicemente essere intorno a persone con le quali vi sentivate più a vostro agio, più allineati, più affermati e più sicuri. Ma mentre procedi nella seconda fase inizi a valutare la relazione duratura al di sopra del romanticismo, e il sodalizio duraturo più degli stimoli immediati. Stai dando più valore alla compatibilità al posto della bellezza e dell’eccitamento.

Nella prima fase, il contrasto tra te e gli altri sembra molto stimolante ed eccitante. Essere con qualcuno diverso da te sembrava molto esaltante. Ma in realtà, i poli opposti possono essere molto attratti, ma raramente possono coesistere l’uno con l’altro nel regno della relazione. È necessario un certo contrasto per l’apprendimento, ma la compatibilità e la direzione condivisa sono la base assoluta per relazioni durature e significative. Nella prima fase potreste esservi innamorati di qualcuno che era completamente diverso da voi perché avete apprezzato il contrasto. Era emozionante essere con loro perché aprivano panorami che non avevi mai sperimentato. Qui c’è una grande quantità di stimoli e di eccitazione e di aspettative fantasiose. Ma prima o poi si scopre che senza compatibilità e direzione condivisa, non si sa dove andare insieme. Non avete alcuna base su cui partecipare e le vostre differenze cesseranno di essere entusiasmanti e diventeranno fonte di discordia, conflitto e dissociazione.

Ricorda che sei come un pezzo di un puzzle, e se non riesci a stare con un altro pezzo, non sarai mai a tuo agio con quella persona in una relazione intima. Non ti sentirai mai a casa tua con quella persona. Non ti sentirai mai completamente connesso con quella persona. Nel mondo, sentirsi a casa, stare in pace e sentirsi in contatto è importante e sono cose collegate al vostro scopo qui. Il mondo non è una realtà permanente, è una realtà temporanea. Il mondo è un luogo in cui siete venuti a lavorare ed a compiere delle cose. Per questo motivo siete attratti da alcune persone e non da altre. Per questo motivo non ci si può sentire tutti allo stesso modo. Ecco perché la vostra partecipazione con le persone avrà proporzioni differenti.

Quando ti avvicini alla Conoscenza e ottieni un punto di vista più ampio, questo diventerà così evidente che ti chiederai come ti possa mai essere sfuggito. Vedrai che prima stavi semplicemente attraversando la vita con gli occhi chiusi. Stavi semplicemente vivendo le tue fantasie piuttosto che vivere la vita. Vedrai che le tue relazioni erano irreali, i tuoi obiettivi erano irreali e i tuoi atteggiamenti erano irreali. Molto di ciò che avevi intrapreso era irreale. Eppure, da una posizione di Conoscenza, vedrai che anche nella prima fase La Conoscenza era con te e rispondevi ad essa entro i limiti della tua capacità. Vedrai che una parte dell’enfasi nel tuo impegno nelle relazioni era vera e la verità era evidente. Semplicemente non era ancora in grado di prosperare. Non eri pronto, l’altra persona non era pronta. Eppure nella prima fase c’era il seme della verità.

La seconda fase è il momento in cui sarà impegnata la maggior parte degli studenti di Conoscenza. Qua sono nell’ambito del processo in cui imparano a distinguere la verità dall’illusione, La Conoscenza dalla convinzione, la relazione dal romanticismo, la soddisfazione dalla passione e l’allineamento o la connessione costante dalla stimolazione temporanea. Nella fase due inizi a renderti conto di avere una forma unica e di far parte di qualcosa più grande di te. Come si può determinare la propria forma se non si vede che si è fatti per stare in un certo luogo e si è parte di qualcosa? Senza questa consapevolezza vi dareste forma solo secondo i vostri ideali, e non avreste alcuna idea della vostra vera natura e del vostro vero disegno. Nella seconda fase si comincia ad avere almeno la sensazione di avere un disegno. Una volta che ti rendi conto di avere un disegno, ti rendi conto di avere un Designer e questo inizierà a stabilire una certa consapevolezza del tuo rapporto più primario, il tuo rapporto con Dio. Eppure, anche qui la vostra relazione con Dio non può né fornire fuga dalla vostra relazione con gli altri né può sostituire gli altri. Perché Dio vi ha mandato nel mondo per ritrovare le relazioni, per imparare le lezioni della relazione e per imparare a ritrovare e seguire la vostra Conoscenza al fine di poter ricordare la vostra relazione con Dio ed esprimerla nel mondo.

La seconda fase stabilisce il contrasto. Vi dà un senso di prospettiva. Qui sarete tentati di negare il falso. Sarete tentati di condannare il falso. Sarete tentati di gettare via il falso. Potreste essere brutali e arrabbiati con voi stessi. Potreste essere critici e giudicatori nei confronti degli altri. Ma bisogna imparare nella seconda fase che ciò che è piccolo può rappresentare ciò che è grande. Imparate che ciò che è falso in tutte le sue manifestazioni rappresenta il bisogno di Conoscenza. Questo incoraggia il perdono, l’accettazione e la misericordia. A quel punto inizi ad accettare tutte le parti di te stesso e impari ad avere un senso del rapporto di lavoro che esiste tra loro. Questo porta all’auto-integrazione, porta all’auto-accettazione e quindi all’amor proprio.

Le persone spesso pensano all’amore e all’accettazione di sé come a una forma di passività nell’ambito della quale non serve più lavorare. Puoi andare in vacanza o in villeggiatura con te stesso. Ma la vera accettazione di te stesso è molto diversa da tutto ciò. Vi rendete conto che anche la vostra mancanza di rispetto verso voi stessi e la vostra propensione all’errore sono opportunità per esprimere ciò che è genuino e significativo. Questo si basa sull’esperienza vera e non solo sull’idealismo, anche se nella seconda fase ci sarà comunque molto idealismo. Tutto questo pone le basi per la terza fase, che è l’espressione della Conoscenza.

L’inizio della terza fase rappresenta un altro grande cambiamento generale nell’enfasi. Qui una persona comincia a discernere il fatto che ha un impegno nei confronti della vita e che ha uno scopo nella vita. Anche se questo scopo non è stato definito e anche se la sua dimostrazione non è stata portata nell’ambito dell’esperienza, c’è un senso costante di scopo. “Sono qui per servire qualcosa. Sono qui per fare qualcosa”.

In casi molto rari le persone nascono già con questo impegno. Ma per la stragrande maggioranza delle persone, esso emerge nel corso dell’imparare e del disimparare insito nelle prime due fasi. Nelle fasi iniziali, l’impegno per uno scopo consisteva semplicemente nell’essere più felice o sentirsi meglio sulla base delle proprie convinzioni o dei propri desideri o delle convinzioni e dei desideri degli altri. Nella fase due, le persone iniziano a sentire di poter avere uno scopo superiore, ma non capiscono cosa significhi. La loro consapevolezza dello scopo superiore è ancora in competizione con l’agenda personale per la propria realizzazione. Nella terza fase questo contrasto comincia a diminuire. C’è ancora un’agenda personale, ma non può competere con La Conoscenza in qualità di preziosa risorsa e motivazione per la vita.

Nella terza fase l’enfasi è posta sul consolidamento dell’apprendimento e sull’affinamento del discernimento. Qui il valore delle relazioni diventa critico perché non puoi permetterti di associarti a persone sbagliate. Devi essere molto oggettivo circa i tuoi affetti per gli altri. Sentirete amore e grande affetto per persone con cui non sarete in grado di partecipare. Qui avete bisogno di persone che vi aiutino a scoprire, perfezionare ed esprimere il vostro scopo superiore.

La terza fase è una fase promettente. Qui il potere reale comincia ad emergere nell’individuo e cominciano a sorgere anche criteri fondamentali per le relazioni. Qui la vita di una persona diventa importante, non per la sua identità separata, ma per il suo valore come mezzo per esprimere ciò che è vero e buono. Questa enfasi sull’impegno nel servizio non è in alcun modo un sacrificio del sé. Nasce dal fatto che l’individuo desidera avere una sempre maggiore esperienza di verità, onestà e inclusione nella vita. Non è semplicemente che si voglia rinunciare a se stessi per Dio, è che si vuole sentire la propria relazione con Dio. Vuoi sentire questa relazione. La tua capacità di sentire questa relazione genera una naturale motivazione verso il dare agli altri, perché si può continuare a sentire Dio solo attraverso il dare.

La sfida per la persona nella terza fase riguarda principalmente il discernimento e l’affinamento. Sempre di più sentirete l’impegno e la voglia di dare, ma dovete scoprire dove dare e come dare. Ciò richiede pazienza, discernimento e richiede lo sviluppo delle proprie capacità. La vostra vita esteriore deve diventare stabile affinché La Conoscenza possa emergere dentro di voi. Questo richiede del tempo.

Nella terza fase il rapporto tra te e i tuoi Maestri diventa sempre più evidente e importante. Qui non sei solo uno studente, ma ti stai anche preparando a diventare un contributore o, in casi rari, un insegnante. Qui insegni attraverso la dimostrazione. Questo può essere fatto in qualsiasi professione. Può essere fatto con parole o senza parole. Può essere fatto in senso formale come insegnante professionista. Ma spesso non è così. Di solito si esprime attraverso il lavoro di una persona, che riflette sempre di più l’emergere della Conoscenza dentro di sé. Questo è quando il richiamo spirituale comincia ad emergere.

Nella terza fase inizi a vedere che le prime due fasi sono state fasi di sacrificio. La prima fase è dove sacrificavi la tua consapevolezza e il tuo benessere al fine di realizzare i tuoi desideri e le tue idee e le aspettative degli altri. Nelle tue relazioni tendevi a frenarti oppure a concederti agli altri. Nella seconda fase cominciavi a sacrificare alcune delle tue illusioni e preferenze. Qua le tue relazioni riflettevano il conflitto e il contrasto tra la tua consapevolezza della Conoscenza e la tua agenda personale. La terza fase è quella in cui si rinuncia del tutto al sacrificio del sé accettando il proprio vero scopo, significato e valore.

La terza fase riguarda principalmente la scoperta e il contributo dei propri doni. Qua non puoi rinviare i tuoi requisiti per il tuo sviluppo. Qui applicare ciò che hai appreso nelle prime due fasi diventa fondamentale per il tuo successo. Qua cresce il valore della tua vita e cresce anche il tuo senso di umiltà perché sempre di più vedi che la tua vita è l’espressione di qualcosa di più grande. Man mano che diventa più stabile la Presenza nella tua vita, sentirai sempre più che devi prenderti cura della tua mente e del tuo corpo in qualità di veicoli di Conoscenza. Qui ti identifichi sempre più con La Conoscenza e il divario tra La Conoscenza e la tua esperienza di te stesso comincia a diminuire.

Alla fine, se passerai attraverso le varie fasi di sviluppo e se raggiungerai il culmine dell’apprendimento in questo mondo, diventerai un’espressione della Conoscenza stessa. Manterrai gli aspetti esteriori della tua identità e personalità umana, ma l’essenza della Conoscenza sarà così forte che la tua vita dimostrerà sempre di più La Conoscenza stessa. Qui la portata delle tue relazioni non è semplicemente focalizzata su una persona, ma si estende nel mondo. Quando si consegue questo si diventa un maestro per gli altri.

L’emergere della Conoscenza è un processo spontaneo e naturale. Al termine di ogni fase, la fase successiva inizia naturalmente come se ci fosse stato un segnale o fosse stato acceso un interruttore all’interno della persona. La grande iniziazione tra le due fasi è raramente percepita nel momento, ma i suoi risultati poi diventano abbastanza evidenti. È un processo naturale. Non è qualcosa che si controlla o che si domina. È il risultato della vostra partecipazione. È anche il risultato della partecipazione della vostra Famiglia Spirituale, dei vostri Maestri Interiori e dello stesso Piano di Dio. È anche il risultato del cambiamento e dell’evoluzione del vostro mondo, che definisce il contesto per il vostro contributo.

La formazione è necessaria. In particolare nella seconda e nella terza fase, la formazione formale diventa sempre più necessaria e vitale. Non si può avere successo nell’apprendimento della seconda e terza fase senza un’adeguata assistenza. Avrai bisogno di altro, oltre ai tuoi Maestri Interiori, perché loro non vogliono diventare l’oggetto della tua devozione. Essi desiderano piuttosto che tu presti attenzione a quelle persone che sono qua per aiutarti e poi desiderano che tu impari a riconoscere quelle persone che intralciano il tuo percorso.

Più avanti in questo libro, quando inizieremo a discutere di questioni pratiche, vedrete l’illustrazione delle fasi di sviluppo forse in modo più chiaro. È importante che lo teniate in mente e richiederà che leggiate questa sezione molte volte al fine di comprenderla. Infatti, queste parole devono riflettere la vostra esperienza affinché voi possiate comprendere pienamente ciò che stiamo dicendo.

L’enfasi è volta a portarvi più in alto sulla montagna, in modo che possiate vedere sempre di più. Salendo sulla montagna e guadagnando un punto panoramico sempre più alto, vi renderete conto che la vostra vita prima andava su e giù. Capirete perché le cose sembravano in un certo modo a un certo punto del viaggio e in un altro modo presso un altro punto. Comprenderete come è cambiata la vostra prospettiva insieme alla vostra posizione sulla montagna stessa. Vedrete come i vostri valori sono progrediti e si sono alterati in via naturale. Capirete come è cambiata la vostra enfasi nelle relazioni. E capirete come i vostri errori vi sono serviti per imparare a intraprendere il prossimo passo.