Chi Sei non è la tua Mente

Ascolta la Voce della Rivelazione Originale in Inglese:

you are not your mind

Download (clicca tasto destro del mouse)

Come rivelato al Messaggero di Dio
Marshall Vian Summers
il 29 Ottobre 2009
in Boulder, Colorado

Note riguardo a questa registrazione


Quella che state sentendo in questa registrazione è la voce della Assemblea Angelica che sta parlando tramite il Messaggero Marshall Vian Summers.

Qua, la comunicazione originale di Dio, che esiste al di là delle parole, è tradotta nel linguaggio e nella comprensione umana dall’Assemblea Angelica che veglia sul mondo. Poi l’Assemblea consegna il Messaggio di Dio tramite il Messaggero.

In questo notevole processo, la Voce della Rivelazione sta parlando di nuovo. La Parola e il suono della Voce sono nel mondo. Per la prima volta nella storia, la registrazione dell’originale rivelazione parlata è disponibile affinché voi e il mondo la possiate sentire.

Possiate voi essere i destinatari di questo dono di Rivelazione e possiate essere aperti a ricevere il suo Messaggio unico per voi e per la vostra vita.



Commenta‘Chi sei non è la tua mente’ nel Worldwide Community Site (registrazione gratuita)

You are not your mind


Nota per il Lettore:
Questa traduzione è stata fornita a The Society da uno studente del Nuovo Messaggio che si è offerto volontario per tradurre il testo originale in Inglese. Noi rendiamo questa traduzione disponibile al mondo in questa forma iniziale affinché le persone abbiano la possibilità di interagire con una porzione del Nuovo Messaggio nella propria lingua.

Tu non sei la tua mente. Non sei il tuo intelletto. Chi sei non sono i tuoi pensieri. Non sei le tue convinzioni. Non sei i tuoi ricordi. Non sei i tuoi conflitti. Non sei le cose con cui ti identifichi.

Il mistero di chi sei esiste al di là della portata e del regno dell’intelletto e al di là della realtà del corpo. Ma tu ora abiti in questo corpo. E l’intelletto esiste per aiutarti a navigare in questo mondo e a parteciparvi. È un meraviglioso veicolo di comunicazione. È straordinario, profondo e capace di fare cose meravigliose se coltivato correttamente. Ma per tutti gli studenti della Conoscenza in tutte le tradizioni, è necessario rendersi conto della differenza tra la tua vera natura, la tua natura profonda, e la composizione della tua mente e del tuo sistema di credenze, per quanto organizzate o disorganizzate possano essere.

Il fatto che vivi a livello superficiale della mente e non conosci le sue profondità, il suo mistero e il suo vero potere e le sue capacità – questo deve essere riconosciuto, o penserai che la spiritualità è una credenza o un sistema di credenze. Penserai che la pratica spirituale consiste nel rafforzare le idee, nel rafforzare le credenze, e, naturalmente, questo è pesantemente manipolato dal governo e dalle istituzioni religiose – la manipolazione del credo perché la maggior parte delle persone non sono ancora consapevoli che ciò che sono non è la loro mente, e così pensano che ciò che pensano è ciò che sono, e rappresenta la loro realtà.

Una volta che sei in grado di rompere questo presupposto e questa fissazione, una porta intera comincia ad aprirsi alla tua vita interiore, dove sperimenterai presto che hai una natura più grande, una natura più profonda al di là dei tuoi pensieri e delle tue idee. Resta seduto nella calma per venti o trenta minuti, e questo ti diventerà molto evidente.

È come il rumore della strada – la tua mente superficiale – che urta, sbatte, si muove e si scontra. Giudica, fa paragoni, fantastica, ricorda, proietta la colpa, proietta la sua volontà. Sta facendo tutto questo. Ma se tu dovessi fare un passo indietro, chiudere le porte, chiudere le finestre e andare nel santuario interno della tua casa, i suoni della strada si allontanerebbero e alla fine scomparirebbero completamente.

È così nella tua mente. Una volta che scendi sotto la superficie della tua mente, ti accorgi che lì c’è una realtà più grande di cui non sai nulla, una realtà con molti livelli, e che qui hai associazioni più profonde e relazioni più profonde.

Hai rapporti con la tua Famiglia Spirituale, che non è nel mondo. Hai rapporti con la tua Famiglia Spirituale che vive in altri mondi. Hai un rapporto con i tuoi Insegnanti, quelle Presenze Non Viste che vegliano sul tuo sviluppo e che ti mandano pensieri di tanto in tanto per aiutarti ad aprirti alla realtà della tua vera vita. E, naturalmente, hai il potere della Conoscenza, la Mente più profonda dentro di te, la Mente che Dio ha creato, non la mente che la cultura e il mondo hanno creato.

Questa Mente più profonda è completamente diversa dal tuo intelletto e ha un grande potere e una grande certezza. Non è governata dalla paura e dal desiderio. Non è guidata dalla compulsione e dall’ansia. Non ha bisogno di affermarsi e di difendersi e di sopraffare gli altri per cercare potere e riconoscimento nel mondo. È qui solo per servire uno scopo più grande, di cui solo essa è consapevole dentro di te.

Una volta che spezzi il tuo attaccamento alla superficie della tua mente e riconosci che quella è solo una parte che interpreti nel mondo, come una parte che un attore reciterebbe su un palcoscenico, allora puoi cominciare a vedere e sentire e sperimentare la corrente più profonda della tua vita. Questo nella vita ti apre a sperimentare relazioni che rappresentano questa corrente più profonda, questo riconoscimento più profondo, questo scopo comune più grande .

Questo riduce l’impatto della paura. Questo riduce l’impatto del desiderio e della costrizione. Questo interrompe la tua fascinazione per le tue fantasie. Questo spezza le catene di identificazione che ti tengono schiavo di un insieme di idee e attività che non hanno nulla a che fare con chi sei veramente e perché sei veramente nel mondo.

Chiunque abbia una qualche profondità spirituale, non importa quale sia la sua tradizione o il suo periodo storico, ha interrotto questa fissazione e identificazione con la superficie della mente. Sa che ci sono verità più grandi da sperimentare che le idee da sole non possono contenere, che le teorie e le filosofie e i sistemi di pensiero non possono rappresentare pienamente.

Vedono i limiti della scienza. Vedono i limiti dell’intelletto. Vedono i limiti della teologia e della filosofia. Riconoscono che c’è un mistero nella loro vita e che hanno l’opportunità di sperimentare questo mistero e di esprimerlo agli altri. Questo, vedi, è un grande punto di svolta,.

Ma quando guardi fuori nel mondo, le persone sono totalmente prese. Non possono abbandonare la strada e cercare il santuario dentro di sé. Sono così prese, stanno sempre a stimolare la loro mente – ottenendo nuovi pensieri, nuove credenze ed esprimendo e rafforzando le loro vecchie credenze, e trovando altre persone nelle relazioni che possano aiutarli a consolidare le loro credenze. È tutto un evitare la paura – il vuoto, la paura della perdita, la paura di non trovare, la paura di perdere, la paura di confondersi, la paura del caos, la paura della propria mortalità, la paura della morte e dell’annientamento.

Tutta questa costante attività per rafforzare la propria identità è semplicemente una fuga. È fuggire dalla realtà che vive dentro di te in questo momento, che sola detiene lo scopo ed il significato superiori della tua vita. È fuggire da se stessi. È fuggire dalla propria paura e dall’incertezza, costantemente sospinti e presi. Non è un caso che questo accada. Non sono solo circostanze.

Le persone non sono capaci di stare ferme per cinque minuti. Non possono dare la colpa alle loro circostanze per questo. Il tempo che passano davanti allo specchio in bagno ogni giorno potrebbe essere speso seduti in silenzio, praticando l’ascolto interiore, aprendosi agli orizzonti della mente e al grande pozzo del silenzio dentro di sé che porta pace e intuizione e potere all’individuo.

Le persone sono così prese dal loro intelletto che non riescono a trovare una via d’uscita, come se fossero circondate da filo spinato e non riuscissero a trovare una via d’uscita. Ma stare seduti nella calma e seguire il proprio respiro, o ripetere un suono o una parola, è sufficiente se si rimane con questo, se si continua la propria pratica e non si è delusi o frustrati dal fatto che all’inizio si scopre quanto la mente vi domina, e che siete schiavi del vostro pensiero e delle vostre convinzioni e dei vostri ricordi e delle vostre paure e delle proiezioni della vostra paura.

Ricco o povero, questa è la schiavitù sotto la quale l’umanità lotta e soffre. Se vai nei luoghi più ricchi del mondo le persone sono ancora schiave della mente, schiave dei loro bisogni e dei loro desideri, delle loro compulsioni e delle loro ansie. Anche se vivono nello splendore, si comportano come servi – si affannano, ignari di ciò che li opprime, incapaci di vedere una via d’uscita.

La religione, quindi, diventa governata dalla mente, dall’intelletto. Diventa un rituale, un credo, un’esigenza sociale, una validazione sociale. Perde il suo primato, la sua intimità, il suo fervore, il suo mistero e la sua grazia.

Ora devi andare in chiesa o in moschea o al tempio perché ci si aspetta che tu ci vada. E hai paura di quello che potrebbe succedere se non lo fai. E chiedi a Dio di aiutarti, di salvarti, di darti quello che vuoi, di proteggere i tuoi cari.

Alcune richieste sono sincere e altre no. Ma cerchi un’esperienza di unione con il Divino? Cerchi di sperimentare ciò che si trova sotto la superficie della tua mente? Cerchi di conoscere la tua realtà spirituale e la tua natura, che esiste al di là delle aspettative teologiche e delle speculazioni?

Sei totalmente preso dalla manifestazione della vita, ma che ne è del suo mistero? Il suo scopo? Il suo significato? Queste cose si possono trovare solo sotto la superficie.

Puoi creare spiegazioni meravigliose, teorie fantastiche di credenze, ideologie straordinariamente complesse, ma la mente non può cogliere la potenza dello Spirito, o la realtà o la saggezza dello Spirito, che è la potenza e la saggezza della Conoscenza dentro di te. Ma per iniziare ad impegnarsi in questa esplorazione più profonda e per costruire le capacità, la pazienza e la determinazione di cui avrai bisogno per procedere, devi cominciare a fare i Passi della Conoscenza per imparare a focalizzare la tua mente e a scivolare oltre le sue attrattive e le sue fissazioni.

Dio vi ha dato le pratiche spirituali più pure che possiate trovare nella pratica della calma e dell’ascolto interiore. E le pratiche sono date in Passi verso la Conoscenza. Non richiedono credenze fantastiche. Non richiedono idoli di culto. Non richiedono figure eroiche, santi e salvatori e avatar. Puoi praticarle anche nel prossimo istante. Puoi praticarle questa sera o domani mattina.

Le pratichi perché vuoi conoscere la realtà più profonda della tua vita. E sai che c’è qualcosa, perché hai sempre saputo che c’è qualcosa. Non è una questione di fede.

Le credenze cambiano. Le credenze vengono manipolate. Le credenze vengono rafforzate, e poi le credenze cadono a pezzi. La ragione per cui la gente deve costantemente riaffermare le credenze è che le credenze sono intrinsecamente instabili perché non hanno un fondamento più profondo. E finché la fede non ha un fondamento più profondo, sarà instabile e inaffidabile e può diventare molto ingannevole.

Nella meditazione, impari a fare un passo indietro rispetto alla tua mente e a trovare la calma e la pace che permette alla mente di aprirsi e ai sensi di diventare chiari e acuti. Da questo deriva un maggiore discernimento e una maggiore discrezione nella vita.

Smetti di parlare così tanto e inizi ad ascoltare di più. Ti allontani dalla stimolazione costante in modo da poter rimanere con la tua esperienza. Cominci a dare più valore alla tua esperienza che alle tue idee, comprendendo che la tua esperienza è molto più vera e molto più affidabile. Ascolti gli altri in modo diverso. Ti relazioni con gli altri in modo diverso. Inizi a sperimentare la profondità della natura non come semplice scenario, ma come forza vitale. Inizi a sperimentare l’ambiente mentale della tua vita, l’ambiente del pensiero e dell’influenza, e nuovi mondi cominciano ad aprirsi per te.

Dio non può fare davvero nulla per te finché non inizi questo cammino di liberazione. Non sarai completamente liberato. Questo non è un obiettivo realistico. Ma una volta che avrai iniziato a distinguere tra la tua esperienza più profonda e il tuo intelletto, allora le porte cominceranno ad aprirsi per te.

La tua vita inizierà ad avere un senso. E inizierai a sperimentare la corrente più profonda della tua vita, che è sempre stata fluida, in contrasto con i tuoi piani e i tuoi obiettivi e con il modo in cui la tua vita è stata spesa in passato.

Dici a te stesso: “Non sono la mia mente. Non sono il mio intelletto”. Anche questi sono pensieri, ma fanno riferimento a una realtà più grande dentro di te, che non riguarda i pensieri. Qui non sminuisci l’intelletto, ma ti rendi conto che esso deve essere governato da uno Spirito più grande dentro di te, e che il tuo Spirito più grande è governato dalla Sorgente di tutta la spiritualità.

Qui l’intelletto è valorizzato, quindi vuoi coltivarlo. Non vuoi inquinarlo con cose brutte e violente. Non volete denigrarlo con comportamenti autodistruttivi e che ti sminuiscono. Vuoi che sia chiaro e potente. Vuoi che serva te piuttosto che essere tu a servirlo.

Questa è una grande correzione nel tuo rapporto con te stesso, che è fondamentalmente il tuo rapporto con la tua mente e con il tuo corpo. Perché tu hai un solo Sé, quindi il tuo rapporto con il tuo Sé è il tuo rapporto con la realtà più profonda che c’è in te. Ma a partire da questa realtà, hai un rapporto con la tua mente e con il tuo corpo, che devono essere saggiamente e compassionevolmente governati, gestiti e diretto, piuttosto che lasciato a dirigere se stesso.

Il tuo corpo è un veicolo meraviglioso. Senza di esso, non potresti comunicare con la gente qui. Non potrebbero sentirti. Non potrebbero vederti. Non si accorgerebbero della tua presenza, anche se fossi in piedi accanto a loro. Se non avessi una mente, non potresti raggiungere la loro mente. Saresti invisibile. Non si accorgerebbero nemmeno che ci sei. Quindi la mente è una cosa preziosa. Il corpo è una cosa tanto preziosa, così maltrattato nel mondo, così abusato nel mondo, tragicamente.

Ma tu devi trovare il modo di costruire ora un vero rapporto con il tuo Sé più grande, la tua natura più profonda, perché questo è la chiave della tua vita e del tuo futuro. E più ti avvicini a questo, più sarà difficile per te commettere un errore e gettare via la tua vita.

Non pensare che non stai gettando via la tua vita, o che sei proprio dove devi essere e che sei già guidato e governato, perché non è così. Se sei onesto con te stesso, dovrai certamente ammetterlo.

Hai un grande viaggio davanti a te. E Dio ti ha dato una via, un modo per riscoprire il potere e la presenza della Conoscenza e la sua immensa importanza per la tua vita e per il tuo futuro. È la cosa più affidabile che ci sia.

Mentre il mondo diventa più turbolento e caotico nell’affrontare le grandi ondate di cambiamento, avrai bisogno di questa forza e di questa guida e di questa fiducia in te stesso. Dovrai trovarla negli altri e sostenerla negli altri, perché sarà la forza della Conoscenza e la forza di relazioni autentiche che ti proteggeranno e ti guideranno e ti condurranno ai tuoi più grandi successi nella vita.

L’intelletto non conosce queste cose. Può solo speculare e sperare e credere. Ma la certezza della vostra vita più grande è già dentro di voi, come un carico segreto che voi stessi non potete aprire. Deve essere tirato fuori da te, ma per essere tirato fuori da te, devi essere pronto. Devi prepararti. Devi sganciarti dalla superficie della tua mente abbastanza da poter viaggiare sotto di essa ogni volta che è necessario.

In questo modo, diventi un tramite tra la tua Antica Casa e il mondo, tra la tua realtà fisica e la tua realtà spirituale. Diventi un veicolo di grazia, di potere e di contributo. Questo è il desiderio del tuo cuore. Questo è ciò per cui sei stato creato.

Non sei stato creato per vivere una vita miserabile e caotica in un mondo duro e difficile. Questo non è il tuo vero destino. Può essere la tua realtà attuale, ma non è il tuo vero destino. Ma le idee da sole non possono darti la certezza di questo. Devi sperimentarlo più profondamente dentro di te e nelle tue vere relazioni con gli altri.

Ascolta queste parole. Ascolta il Potere e la Presenza che sta in queste parole. Ascoltale profondamente. Non contestarle. Non usare la tua mente come una sorta di recinto o barriera. Non usare la tua mente per nasconderti. Non usare la tua mente per sollevare dubbi su ciò è li per servirti più profondamente.

Dio ha un piano per la tua vita. Non puoi scoprirlo con il tuo intelletto, perché non è stato creato dal tuo intelletto, e supera di gran lunga il tuo intelletto. Ecco perché il tuo credo religioso non può mai essere assoluto, a meno che tu non sia sciocco e arrogante. Il Mistero lo supererà sempre e lo confonderà e ti libererà da esso.

Che questa sia la tua comprensione.